Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Claps: la diocesi, 'poca sicurezza e diritti non garantiti'

Claps: la diocesi, 'poca sicurezza e diritti non garantiti'

'La famiglia ha interrotto bruscamente il dialogo avviato'

POTENZA, 05 novembre 2023, 20:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

(v. 'Messa nella chiesa di Elisa...' delle 17.23) E' mancato "un adeguato dispositivo di sicurezza a garanzia dei diritti costituzionali" oggi, a Potenza, in occasione della prima Messa domenicale celebrata nella chiesa della Santissima Trinità nel sui sottotetto, il 17 marzo 2010, fu trovato il cadavere di Elisa Claps, la studentessa scomparsa e uccisa il 12 settembre 1993.
    Lo ha scritto l'arcidiocesi di Potenza, esprimendo "profondo rammarico e sconcerto" per "le offese, ingiurie, atti di sopraffazione della volontà e della libertà altrui" attuati dai partecipanti ad un presidio promosso da "Libera" che hanno contestato in particolare l'arcivescovo, monsignor Salvatore Ligorio, proprio per la decisione di tornare a celebrare Messa nella chiesa.
    Nella sua nota, l'arcidiocesi ha sottolineato che monsignor Ligorio "ha promosso va incontri con la famiglie Claps" che, in quello svoltosi il primo agosto scorso, "ha tuttavia ritenuto di interrompere in maniera brusca ogni dialogo". La nota, infine, sottolinea ha "volontà di riprendere il dialogo" da parte dell'arcidiocesi con la sottolineatura che la "continua contrapposizione lacera la comunità civile e religiosa" di Potenza.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza