Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Domani a Potenza una giornata di preghiera per la pace

Domani a Potenza una giornata di preghiera per la pace

Voluta dall'arcivescovo per pace, giustizia e riconciliazione

POTENZA, 17 ottobre 2023, 09:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Una giornata di digiuno, preghiera e astinenza per la pace, la giustizia e la riconciliazione in Medio Oriente": sarà quella di domani, a Potenza, per iniziativa dell'arcivescovo, monsignor Salvatore Ligorio, che ha aderito all'invito della Conferenza episcopale italiana "a pregare, in comunione con i cristiani della Terrasanta, perché si fermi l'escalation di violenza".
    La veglia, in Cattedrale, prevede, a partire dalle ore 18, il Rosario comunitario, la concelebrazione presieduta dall'arcivescovo e l'adorazione eucaristica.
    "L'iniziativa della Conferenza Episcopale Italiana - è scritto in una nota dell'arcidiocesi - è stata promossa in risposta all'appello del Cardinale Pierbattista Pizzaballa, Patriarca di Gerusalemme dei Latini che, a nome anche degli altri vescovi che operano in Medio Oriente, ha chiesto di invocare insieme il Dio della pace, perché spenga l'odio e la violenza e faccia fiorire le ragioni della speranza".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza