Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le malattie reumatologiche sono più di 200, a Potenza una mostra

Le malattie reumatologiche sono più di 200, a Potenza una mostra

Sconosciute agli inizi dell'800, poi determinante la pubblicità

POTENZA, 13 ottobre 2023, 11:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le malattie reumatologiche "sono più di 200, ma agli inizi dell'800 erano quasi sconosciute. A contribuire agli studi per la loro individuazione e allo sviluppo di terapie è stata la pubblicità, nata in quegli anni e diventata subito il mezzo di diffusione prediletto per le aziende farmaceutiche".
    A seguito di un bando indetto dalla Sir (Società italiana di reumatologia) e rivolto ai suoi soci, "sono state individuate - è scritto in un comunicato - due realtà prestigiose che ospiteranno la mostra 'Storia della pubblicità farmaceutica per la terapia del dolore e delle malattie reumatologiche': Forlì e Potenza. Domani, sabato 14 ottobre, verrà inaugurata l'esposizione nel capoluogo lucano, nel Museo archeologico nazionale della Basilicata 'Dinu Adamesteanu'. Sarà visitabile fino a domenica 22 ottobre, dalle 9 alle 20.
    "Le malattie reumatologiche colpiscono oltre cinque milioni e mezzo di pazienti - spiega Gian Domenico Sebastiani, presidente della Sir -: studiarne la storia aiuta a comprenderne i meccanismi, per garantire terapie innovative ai malati. È con questo obiettivo che nel 2020, a Venezia, è nato l'Istituto di Storia di Reumatologia, per volere della Società Italiana di Reumatologia. Oggi, mostrare l'impatto che la propaganda ha avuto sull'individuazione di nuove patologie e sulla ricerca permette di comprenderne l'enorme potenzialità, anche in termini di prevenzione e di corretta interpretazione dei sintomi: in quest'area della medicina, infatti, i pazienti spesso attendono anche anni prima di ricevere una diagnosi. Una situazione sulla quale Sir è impegnata in prima linea, perché diagnosi precoce significa migliore qualità di vita".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza