• Un patto per le competenze nel settore telecomunicazioni
ANSAcom

Un patto per le competenze nel settore telecomunicazioni

Sarmi (Asstel): "completare la digitalizzazione del Paese"

Milano ANSAcom

Un patto per promuovere le competenze nel settore delle telecomunicazioni è indispensabile per la trasformazione digitale del Paese. Una linea d'azione che mette d'accordo organizzazioni e sindacati, protagonisti de 'Le sfide delle TLC per l'Italia del futuro: dalla formazione dei giovani al Fondo Bilaterale di Settore', appuntamento organizzato dalla Luiss Business School e Asstel. “Le imprese della filiera TLC sono pronte a raccogliere la sfida dell’innovazione, mettendo in campo sui territori servizi concreti, modellati sui bisogni dei cittadini. Per conseguire gli obiettivi che ci impegnano sino al 2026, è necessario completare la digitalizzazione in Italia, con investimenti a sostegno delle persone, delle competenze e delle infrastrutture" ha sottolineato Massimo Sarmi, Presidente di Asstel-Assotelecomunicazioni durante il suo intervento. "In questo scenario, l’educazione e la formazione permanente in chiave digitale dei giovani assume un ruolo decisivo per favorire la diffusione di nuove figure professionali e nuovi saperi, in linea con le esigenze del mercato del lavoro. Solo la disponibilità di capitale umano con le giuste competenze potrà consentire alle imprese e alla Pubblica Amministrazione di affrontare le sfide della rivoluzione digitale". Laura Di Raimondo, Direttore Asstel, conferma l'importanza delle politiche attive del lavoro, per non perdere il treno della trasformazione digitale. "Il settore è impegnato da tempo nella spinta propulsiva sulle politiche attive, perché la trasformazione tecnologica ha già portato ad un cambio di paradigma. Di recente, abbiamo individuato ventisei profili professionali che saranno protagonisti nella filiera delle telecomunicazioni da qui ai prossimi anni. Puntare su questi è essenziale ed è in tale direzione che Asstel si muove, garantendo un patto generazionale che promuova la formazione ma anche la riqualificazione del personale".

In collaborazione con:
Asstel

Archiviato in


Modifica consenso Cookie