Sardegna

Un comitato per il Coccoi Dop, il pane della sposa

Tutti uniti a Bauladu per ottenere il marchio

(ANSA) - ORISTANO, 29 GIU - Un pane buono. Da tutelare e da valorizzare. Nasce il Comitato promotore pane Coccoi dop. La riunione costitutiva si è tenuta nel Centro civico culturale di Bauladu, in piazza Lussu. Patrocinato dal Comune, l'evento ha coinvolto numerosi operatori di quella che ormai viene definita come "arte bianca".
    Semola sarda, fiore, lievito madre, acqua purissima, grande abilità nella sforbiciatura sono i requisiti previsti nel disciplinare di produzione di uno dei più noti e pregiati pani isolani, simbolo di ricchezza e prosperità, famoso per le decorazioni e utilizzato nelle occasioni più importanti della vita. È noto, tra i tanti, il pane della sposa che certamente rappresenta la maggior espressione artistica, oltre che prettamente gastronomica, del Coccoi.
    Tutti uniti per l'ottenimento della Denominazione di origine protetta, il massimo riconoscimento europeo per un prodotto alimentare. Il lavoro sinora svolto ha potuto contare sul supporto dell'Associazione Panificatori, Cna Alimentare Sardegna, Confartigianato Imprese Sardegna, Amici del Pane, Laore, Agris e la nota antropologa Alessandra Guigoni.
    L'incontro è stato l'occasione per costituire ufficialmente il Comitato, ma anche per eleggere i relativi organismi e progettare il resto del percorso finalizzato all'ottenimento dell'indicazione geografica di un prodotto fortemente legato all'identità e alla storia isolana. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie