Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gasperini: col Milan dobbiamo giocare da Atalanta

Gasperini: col Milan dobbiamo giocare da Atalanta

'A Torino eravamo stanchi, stiamo soffrendo per gli infortuni'

BERGAMO, 08 dicembre 2023, 14:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Lunedì a Torino c'era stanchezza alla base della brutta prestazione, col Milan sarà fondamentale avere una squadra che giochi come ha sempre fatto". Così il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia della sfida coi rossoneri. "In queste condizioni non dobbiamo pensare a obiettivi di classifica ma a ogni singola partita. Aver conquistato gli ottavi di Europa League è un gran risultato.
    Concentriamoci sulla serie A e sulla Coppa Italia col Sassuolo: non faccio proclami", continua l'allenatore dell'Atalanta.
    Il capitolo infortuni è in aggiornamento: "Bisogna capire se giocherà Djimsiti, oggi fa un provino. Touré, Palomino e Toloi sono infortuni molto lunghi o cronici, Kolasinac ha giocato su una distorsione alla caviglia, Scamacca invece è più delicato - spiega Gasperini -. Siamo stati fortunati ad averne zero per tante settimane: adesso stiamo soffrendo".
    Infine, su Pioli: "Ha sempre dato un'identità a tutte le sue squadre, la sua carriera parla per lui - chiude Gasperini -. Il vero capolavoro l'ha fatto due anni fa vincendo lo scudetto".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza