Valle d'Aosta

Istat: in Vda povertà relativa salita al 5,4% nel 2020

Era al 4,2% l'anno precedente

E' salita al 5,4% la percentuale di famiglie che nel 2020, in Valle d'Aosta, si sono trovate in situazione di povertà relativa. Nel 2019 erano il 4,2%. Il valore resta tuttavia tra i più bassi delle regioni italiane: fanno meglio solo Trentino-Alto-Adige (4,3%) ed Emilia-Romagna (5,3%).
    I dati emergono dalle statistiche Istat sulla povertà. A livello nazionale la media è del 10,1%, nel Nord Italia del 6,3%. La soglia di povertà relativa per una famiglia di due componenti è pari alla spesa media per persona nel Paese (ad esempio 601 euro per famiglie di una persona, 1.001 euro per le coppie, 1.332 euro per nuclei di tre persone, 1.633 euro per quattro).
    I valori di povertà assoluta, non disponibili a livello di singola regione, confermano che anche nel 2020 la più alta percentuale si rileva nel Mezzogiorno (9,4%, da 8,6%), ma la crescita più ampia si registra nel Nord, dove sale al 7,6% dal 5,8% del 2019.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie