Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Celebrata a Perugia la Giornata europea sulla giustizia civile

Celebrata a Perugia la Giornata europea sulla giustizia civile

Un'attività che tocca tutti gli ambiti della vita quotidiana

PERUGIA, 22 novembre 2023, 15:28

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato celebrata mercoledì nel distretto di Perugia della Corte di Appello e della Procura generale la Giornata europea sulla giustizia civile, con l'obiettivo di informare i cittadini sulle modalità del suo funzionamento e sui loro diritti. La presidente facente funzioni della Corte di Appello, Claudia Matteini e il Procuratore generale, Sergio Sottani, hanno incontrato la stampa per fare un bilancio di quanto fatto nella regione e per definire gli obiettivi futuri.
    "Il significato della giornata di oggi - ha detto la presidente Matteini - è quello di informare i cittadini su che cosa è la giustizia civile e su cosa fa la magistratura, al di là di quella che è la sua attività prettamente giurisdizionale, uscendo dai propri uffici per avere rapporti con le altre istituzioni e creare delle reti che permettano di avere una giustizia efficace ed efficiente".
    "La giustizia civile viene - ha detto Sottani - vista a volte come 'cenerentola' perché le prime pagine dei giornali, gli organi di informazione, i social, si concentrano spesso sull'aspetto repressivo. Ma la giustizia civile tocca tutti gli ambiti della nostra vita quotidiana, dalle liti condominiali, alle questioni societarie, fino al tema sicuramente fondamentale della famiglia in cui si può intervenire sia a tutela dei soggetti vulnerabili sia a tutela del minore".
    "Si pensa sempre ad affrontare la violenza nell'ambito penale - ha spiegato Matteini - ma il giudice civile è il primo che affronta la problematica familiare e che interviene prendendo in carico il nucleo. In ambito civile, nel momento in cui vi è una separazione, un divorzio, un procedimento di affidamento dei figli, si prende cognizione di eventuali situazioni di disagio e dobbiamo essere attenti nell'intercettarli per poter attuare tutti quegli strumenti di protezione della donna e del bambino, attraverso percorsi di sostegno".
    Per Matteini "la tutela dei soggetti fragili ha bisogno di un intervento unitario e complessivo che non venga rimesso alla semplice buona volontà dei vari attori che si trovano ad operare in quel caso particolare" e "sarebbe necessario costituire un servizio sociale dedicato alla tutela dei soggetti fragili, che oggi non esiste".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza