Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Guida comunità Islam Terni, serve una scuola per gli imam

Guida comunità Islam Terni, serve una scuola per gli imam

'Deve insegnare il Corano ma soprattutto le leggi italiane'

TERNI, 13 novembre 2023, 16:28

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

(v. "Ceccardi (Lega), censire tutti i centri..." delle 11.39) "La maggior parte dei centri culturali islamici presenti in Italia, non hanno un imam uscito da un'apposita scuola. In Umbria, ad esempio, su 25 centri culturali, ne avremo cinque o sei massimo. Questo vuole dire che in Italia serve una scuola per imam perché siamo 3 milioni di musulmani di cui un milione e mezzo italiani": a dirlo Mimoun El Hachmi, guida della comunità di Terni all'ANSA.
    Per El Hachmi la scuola di imam "non deve solo insegnare il Corano, ma soprattutto la cultura e le leggi italiane, il rispetto dei diritti umani". "Noi vogliamo un Islam italiano - ha detto - che rispetti i valori dell'Italia e che può convivere nella pace e nell'integrazione".
    Sui centri culturali "senza Imam", El Hachmi spiega che "diversi di questi hanno una "guida della preghiera: una figura che può essere più o meno capace a cui ci si affida". "Perché - aggiunge - avere un imam che arriva dal proprio Paese di origine, ha un costo. Ma ai vertici dei centri culturali servono persone che conoscano la lingua, la cultura e le leggi italiane.
    Per questo una scuola per imam, in Italia, sarebbe assolutamente importante sul piano dell'integrazione".
    L'imam di Terni solleva poi un'altra questione. "Nelle carceri, ad esempio, ci sono - sostiene - degli 'assistenti spirituali' che incontrano detenuti, autorizzati con nulla osta della Federazione islamica regionale competente, che non sanno parlare né scrivere una parola di italiano. Ecco, se vedo un rischio di diffusione dell'integralismo, queste figure non qualificate rappresentano per me un elemento da monitorare con particolare attenzione".
    "Noi vogliamo un Islam 'italiano', sotto la bandiera italiana. Perché siamo musulmani d'Italia" conclude El Hachmi.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza