Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Squarta, casellario per lavorare con bambini e fasce deboli

Squarta, casellario per lavorare con bambini e fasce deboli

Presidente dell'Assemblea umbra propone legge alle Camere

PERUGIA, 02 novembre 2023, 15:56

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presidente dell'Assemblea legislativa umbra, Marco Squarta, ha annunciato che presenterà una proposta di legge alle Camere "che imponga ai datori di lavoro che si avvalgono di operatori destinati allo svolgimento di attività formative e ludico-ricreative, con bambini e donne, di acquisire per il tramite dei lavoratori il casellario giudiziario e i carichi pendenti prima della loro assunzione".
    "La proposta - spiega Squarta - viene avanzata in seguito ai recenti fatti di cronaca avvenuti in Umbria dove, secondo quanto viene riportato dai quotidiani di informazione, l'animatore di un campeggio recentemente messo agli arresti domiciliari con l'accusa di presunta violenza sessuale nei confronti di una bambina di sei anni era stato già condannato per reati simili in un altro distretto giudiziario. Ecco, non deve più accadere che persone che si sono macchiate di questo tipo di reati, in particolar modo quelli a sfondo sessuale, possano avere a che fare con bambini o, più in generale, con le cosiddette fasce deboli".
    Squarta propone dunque "l'obbligo per le persone interessate a collaborare a vario titolo con strutture ricettive, cooperative, società e circoli sportivi, di presentare insieme al curriculum i certificati del casellario giudiziario e dei carichi pendenti rilasciati dalle Procure della Repubblica.
    Questa azione, che dovrà essere necessariamente intrapresa dal datore di lavoro - osserva il presidente dell'Assemblea legislativa dell'Umbria - non scongiura completamente il pericolo ma annulla il rischio che persone condannate oppure con precedenti specifici possano avere a che fare con bambini e fasce deboli, che devono sempre essere protetti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza