Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mamma di Kata, io aggredita in discoteca, nessun accoltellamento

Mamma di Kata, io aggredita in discoteca, nessun accoltellamento

Legale: 'si è solo difesa passivamente. Sporto denuncia'

FIRENZE, 22 novembre 2023, 12:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Katherine Alvarez, madre della piccola Kata, la bimba peruviana scomparsa dall'ex hotel Astor a Firenze il 10 giugno scorso, "respinge le accuse che le sono state ingiustamente rivolte circa un presunto accoltellamento ai danni di una connazionale 21enne all'interno di una discoteca a Firenze nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 novembre.
    Durante la permanenza all'interno della discoteca, la signora Alvarez è stata oggetto di importanti minacce ed aggressioni, sia fisiche che verbali, da parte di alcuni connazionali, e che per ciò si sia limitata a difendersi passivamente". Così l'avvocato Sharon Matteoni, legale della madre di Kata.
    "Si puntualizza, inoltre - prosegue l'avvocato in una nota -, che la signora Alvarez non era in possesso di alcun oggetto atto ad offendere e tantomeno di un coltello, non ritenendosi altresì autrice di alcun fatto illecito commesso ai danni di terzi".
    La legale spiega che "in conseguenza di tali aggressioni", la sua assistita il 20 novembre "è stata trasportata con l'ambulanza presso il nosocomio di Careggi al fine di ricevere cure ed assistenza medica per le lesioni riportate e successivamente ha presentato una denuncia al comando provinciale dei carabinieri di Firenze".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza