Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mondiali: Luis Enrique, questa sconfitta ci serva da monito

Mondiali: Luis Enrique, questa sconfitta ci serva da monito

Ct Spagna "a inizio ripresa siamo spariti, poco da festeggiare"

ROMA, 01 dicembre 2022, 23:04

Redazione ANSA

"Cinque minuti di panico totale, di assoluta mancanza di controllo, se al Giappone fossero serviti altri due gol ce li avrebbero fatti. Abbiamo passato il turno ma questa sconfitta ci deve servire da monito. Dobbiamo mostrare un po' più di forza e stasera non ho molto da festeggiare". Serio in volto, Luis Enrique ha commentato così il 2-1 subito dalla sua Spagna. "Ci hanno superato come aeroplani, poi la situazione è tornata sotto controllo quando hanno deciso di richiudersi, ma avevano ottenuto già quello che volevano", ha aggiunto il ct.
    "Il Giappone è passato come primo nel girone, lo hanno meritato, e noi invece... - ha proseguito Luuis Enrique -. Mi dà fastidio perché mi sarebbe piaciuto arrivare primo. Volevamo pareggiare o vincere, ma non abbiamo potuto. Non sono contento perché in cinque minuti abbiamo subito due gol. Siamo stati molto lontani da quello che volevo". Infine, il ct iberico ha ammesso di non essersi reso conto che ad un certo punto la nazionale era di fatto eliminata per il temporaneo vantaggio della Costarica sulla Germania: "Non lo sapevo perché ero concentrato sulla nostra partita. Se lo avessi capito mi sarebbe venuto un infarto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza