Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Amato, premier va rafforzato, ma elezione altera equilibri

Amato, premier va rafforzato, ma elezione altera equilibri

Incide sulla figura di garanzia unitaria del capo dello Stato

ROMA, 05 dicembre 2023, 17:52

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Condivido la finalità della riforma costituzionale di rafforzare la figura e i poteri del premier, ho fatto quel mestiere, so che la disciplina è inadeguata a un ruolo. che grazie anche ai compiti europei ha bisogno di essere più forte, non il 'primus inter pares' del decreto Zanardelli.
    Tuttavia penso che l'elezione diretta del primo ministro è una alterazione degli equilibri di fondo del nostro sistema costituzionale, incide negativamente sul capo dello Stato in relazione alla sua figura di garanzia unitaria". Così Giuliano Amato, in audizione da remoto in commissione Affari Costituzionali del Senato interviene sul premierato.
    L'elezione diretta del premier andrebbe "a incidere negativamente sul capo dello Stato, in relazione al suo ruolo complessivo, - sottolinea ancora Giuliano Amato - in relazione alla efficacia di quel potere di influenza più che del potere di decidere che è molto limitato, alla sua figura di garanzia unitaria che era quella con cui i costituenti dettero corpo a questo nuovo presidente della repubblica ben diverso dal capo dello Stato del regime statutario di prima".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza