/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Musumeci, lo Stato rischia il collasso su calamità naturali

Musumeci, lo Stato rischia il collasso su calamità naturali

'In altre parti d'Europa le assicurazioni sono obbligatorie'

ROMA, 27 settembre 2023, 12:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Non è possibile che lo Stato debba andare al collasso, e così sarà tra qualche anno, senza che ci sia nella fase degli indennizzi della ricostruzioni una partecipazione da parte del privato" di fronte alle calamità naturali.
    Lo afferma il ministro per la Protezione civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci, parlando della necessità di una cultura delle assicurazioni al congresso nazionale dell'Ordine degli ingegneri. "In altre parti d'Europa - continua il ministro - le assicurazioni obbligatorie per i rischi naturali ci sono e questa cultura dobbiamo introdurla in Italia, anche questa è un'iniziativa impopolare".
    Il ministro parla inoltre del provvedimento in arrivo sul rischio sismico "Già da domani mi farò carico di un incontro a Roma per predisporre insieme questo disegno di legge sul rischio sismico al quale deve essere legata una considerazione generale legata al coinvolgimento culturale e morale dei cittadini", dice all'ordine degli ingegneri.
    L'Italia non ha un piano di mitigazione del rischio sismico, il ministro spiega che "ci sono 7, 8, 10 norme che prevedono finanziamenti avulsi da una programmazione e da una pianificazione seria che chiami alle proprie responsabilità tutte le articolazioni".
    Non è mancato il denaro, negli ultimi 60-70, secondo il ministro, "è mancata la programmazione, la visione, la volontà di considerare la sicurezza del territorio una priorità". Su questo Musumeci rivendica "tutta la volontà di cambiare metodo e cambiare passo", "sapendo - dichiara - che troverò difficoltà anche all'interno del parlamento e di qualche forza politica perché gli obiettivi particolarmente impegnativi vanno raggiunti con grande sacrificio".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza