Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Fogliati, torno con Odio il Natale ma in verità lo amo

Fogliati, torno con Odio il Natale ma in verità lo amo

Su Netflix seconda stagione serie, entra Spollon

ROMA, 06 dicembre 2023, 17:20

di Nicoletta Tamberlich

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 "Chi avrà suonato alla porta di Gianna la Vigilia di Natale? È finalmente arrivato il momento di scoprirlo me lo chiedono da quando è finita la prima stagione. Mi hanno scritto sui social, mi fermavano per strada". "Da quella fatidica sera è passato un anno, e ritroviamo la nostra Gianna che, a sorpresa, non è più single forse". A parlare è la brava e autoironica attrice Pilar Fogliati in una conversazione con l'ANSA alla vigila della partenza su Netflix della seconda stagione di 'Odio il Natale', dal 7 dicembre in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo. La protagonista dei nuovi sei episodi è Gianna un'infermiera che sembra poter finalmente affrontare il suo primo Natale in coppia. Ma ancora una volta sarà proprio la vigilia a scombinare le carte, e Gianna si ritroverà a fare i conti con un nuovo countdown tra mille imprevisti.
    Fogliati avverte: nella mia vita "io amo tantissimo il Natale, voglio dirlo. Lo adoravo da piccola ed ancora di più oggi, è un modo per riunirci tutti, viviamo distanti. A Natale ci divertiamo a invitare amici, separati, single, chiunque lo desideri. Quindi chi lo detesta perchè magari è solo, o non si sente a suo agio, sta attrversando un momento delicato è ufficialmente invitato, tutti a casa Fogliati, quest'anno siamo disposti ad adottare a Natale, ci piacciono le lunghe tavolate".
    La serie in fondo è anche questo: piccole dosi pensate soprattutto per chi si appresta a passare le imminenti feste da single, come se questa condizione sentimentale fosse una condanna o un'onta alla civiltà. Le domande dei parenti - "non sei ancora fidanzato/a?", "stai con qualcuno/a?", "sei ancora da solo/a?" o anche ai giovanissimi che come vanno gli studi che facoltà hai scelto, quando ti laurei- sono sempre pronte all'assalto. Natale è anche la festa in cui uno fai i conti con se stesso. A che punto sono della mia vita.
    La domanda più fastidiosa che le stata fatta? "Forse a 19 anni, ero entrata all'Accademia Silvio D'Amico: Studio recitazione.
    Certo, questo come hobby. Ma come laurea?". "Poi sono sempre stata fidanzata. Ora lo sono da molto tempo e stabilmente e sono innamorata" Quando mi sposo non lo so. Ora sono tanto impegnata, lo siamo entrambi, ho appena terminato le riprese di un film di Giovanni Veronesi con Sergio Castellitto che fa la parte nel film di un regista, io sono un'attrice sfigata che a un certo punto si presenta al cast per il ruolo Di Romeo. Uno di quei ruoli che pensi possano capitare una sola volta nella vita, è stato bellissimo mettermi nei panni del mondo maschile".
    Fogliati come regista lo scorso anno ha debuttato con Romantiche è contenta del successo del film di Paola Cortellesi? "Felicissima, un film straordinario, mi ha commossa, realizzato da una regista e attrice che ha sempre incentrato la sua carriera su scelte intelligenti, non a caso amatissima.
    Aspettiamo tutti il prossimo. I miei due film preferiti di quest'anno sono C'e' ancora domani e il film di Garrone Io Capitano, che se non entra nella shortlist degli Oscar sarebbe un dispiacere grande perchè è un capolavoro assoluto". Gianna, infatti, sa di aver bisogno della magia del Natale per riconquistare il suo ex, e, per questo, vuole farlo entro la cena della Vigilia che, a casa Belotti, è la cena che sistema ogni cosa. "Una cena che, quest'anno, deve organizzare lei e goà questo la dice tutta e porta con sé più di un imprevisto. Con l'aiuto delle sue amiche, Margherita e Titti e un bizzarro nuovo vicino di casa (Pierpaolo Spollon) con la figlia adolescente, Gianna capirà che l'amore è come la Slitta di Babbo Natale: quando c'è, è impossibile non riconoscerlo. Pilar Fogliati torna affiancata da Beatrice Arnera (Titti), Fiorenza Pieri (Margherita), Glen Blackhall (Umberto), Nicolas Maupas (Davide), Massimo Rigo (Pietro), Sabrina Paravicini (Marta), Simonetta Solder (la Caposala).
    Nel cast subentrano anche il vicino di casa Pierpaolo Spollon (Filippo), Chiara Bono (Monica), Matteo Martari (Alessandro), Jenny De Nucci (Stella) e Fortunato Cerlino (Elio). La seconda stagione di Odio il Natale, prodotto da Luca Bernabei e Matilde Bernabei, è diretta da Laura Chiossone. Elena Bucaccio è la Head Writer.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza