Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Santa Cecilia, Philippe Jordan nel Requiem Tedesco di Brahms

Santa Cecilia, Philippe Jordan nel Requiem Tedesco di Brahms

Direttore d'orchestra svizzero sul podio il 7 dicembre

ROMA, 05 dicembre 2023, 11:40

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il direttore d'orchestra Philippe Jordan torna dopo 11 anni di assenza a Santa Cecilia con il Requiem Tedesco di Johannes Brahms, uno dei capolavori corali fra i più amati di tutti i tempi. Il maestro svizzero salirà su podio dell'Orchestra e del Coro dell'Accademia Nazionale il 7 dicembre alle 19.30, con repliche il 9 e il 10 alle 18 all'Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone.
    Direttore musicale della Staatsoper di Vienna, come lo è stato dell'Opéra National de Paris dal 2009 al 2021, Jordan ha debuttato al Festival di Bayreuth con Parsifal, tornandovi nel 2017 per I maestri cantori di Norimberga. Sale regolarmente sul podio delle migliori orchestre europee e degli Stati Uniti. Il concerto romano sarà aperto dall'Adagio della Decima sinfonia di Gustav Mahler. Nella seconda parte, l'Orchestra e il Coro dell'Accademia di Santa Cecilia eseguiranno il Requiem tedesco, la cui première ebbe luogo con grande successo nel Duomo di Brema nel 1868. Suddiviso in sette movimenti, Brahms decise di costruirsi da sé il testo del Deutsches Requiem, scegliendo e accostando con criteri personali alcuni testi tratti dall'Antico e Nuovo Testamento nella traduzione di Martin Lutero, e incentrando la sua attenzione soprattutto sulla condizione umana. Protagonisti della composizione, oltre al Coro, istruito da Andrea Secchi, e all'Orchestra, saranno il giovane soprano britannico Louise Alder e il baritono canadese Gerald Finley.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza