Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio: Ranieri, 'sport è lealtà, niente alibi per sconfitte'

Calcio: Ranieri, 'sport è lealtà, niente alibi per sconfitte'

All'allenatore del Cagliari il Premio "Davide Astori" dell'Ussi

CARBONIA, 21 novembre 2023, 19:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Applausi e pubblico in piedi a Carbonia per la consegna a Claudio Ranieri del Premio "Davide Astori" in occasione della cerimonia dei Premi Ussi Sardegna, organizzata dalla stampa sportiva.
    "È un premio - ha detto l'allenatore del Cagliari - che mi riempie di emozione e commozione perché Davide è stato un ragazzo meraviglioso. Tra i valori più importanti nello sport ci sono la lealtà e il rispetto nei confronti del prossimo. È quello che mi hanno trasmesso i miei genitori: sono valori che porto sempre con me".
    Sport senza alibi: "Se qualcuno ha giocato meglio di noi lo dico. Se abbiamo vinto, ma non abbiamo giocato meglio degli avversari sono contento, ma non ho difficoltà a riconoscerlo.
    Non sempre si può vincere, ci sono il pareggio, la sconfitta. Lo sport è competizione: cercare scusanti per un risultato negativo per me non ha senso".
    Il Cagliari? "Anche noi stiamo facendo degli errori, ma bisogna accettarli e lavorare per migliorarci sempre di più".
    Il riconoscimento viene attribuito a un personaggio del mondo del calcio che sposa gli stessi valori portati avanti nella sua carriera da Davide Astori. A consegnarlo i genitori, Giovanna e Renato Astori. Protagonista della promozione in Serie A il Cagliari è stato premiato con il mister, il direttore business e media Stefano Melis e il portiere Simone Aresti.
    Premiati, fra gli altri, Filippo Tortu, Dalia Kaddari, Lorenzo Patta, Stefano Oppo e i giornalisti sardi di Sky Giorgio Porrà e Veronica Baldaccini.
    Durante la cerimonia è stata premiata anche la Fondazione Carlo Enrico Giulini, con la presidente Ilaria Nardi, per i suoi progetti in ambito sociale. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza