Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sciopero al Lirico di Cagliari, a rischio la prima di due opere

Sciopero al Lirico di Cagliari, a rischio la prima di due opere

Protesta sindacati per i precari, domani incontro con Truzzu

CAGLIARI, 13 ottobre 2023, 14:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Due opere e un concerto a rischio al Teatro Lirico di Cagliari per una serie di scioperi indetti dalle Rsu e dalle segreterie territoriali e regionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil, Fials, Usb, LiberSind, una protesta legata alla stabilizzazione dei precari.
    Potrebbero così saltare la replica di domani sera del concerto diretto dal maestro Dmitry Matvienko e la prima delle opere Mefistofele e La Bohème, in programma rispettivamente il 17 novembre e il 21 dicembre prossimi. Il sindaco di Cagliari e presidente del Cdi della fondazione, Paolo Truzzu, a cui Rsu e sindacati si sono appellati, ha già convocato i rappresentanti delle sigle per domani alle 12 nel suo ufficio: ci sarà anche il sovrintendete Nicola Colabianchi.
    Nel mirino di Rsu e sindacati, i nuovi bandi del concorso interno per la stabilizzazione di 22 precari con un minimo di 18 mesi di servizio, "ma che non tengono in considerazione - denunciano Antonello Marongiu delle Slc Cgil, Omar Marras Fistel Cisl e Massimo Cecalotti Usb - nell'assegnazione del punteggio né i titoli, né l' anzianità di servizio, come invece avviene in altri importanti teatri".
    A detta delle sigle, il sovrintendente Colabianchi "ha disatteso gli accordi raggiunti nella precedente riunione del 2 agosto, riguardanti le selezioni dei precari storici del teatro, operando scelte dichiaratamente discrezionali e lesive nei confronti dei soggetti che hanno maggiore bisogno di tutela". Da qui la richiesta a Truzzu per la riapertura immediata di un tavolo.
    Non solo precari nella vertenza: sul piatto anche i concorsi pubblici a completamento dell'organico stabile, la situazione dei lavoratori funzionali alla produzione "che attualmente non trovano ancora posto nella pianta organica", l'urgenza di un accordo sul giorno di riposo, aumento delle retribuzioni e organici artistici sottodimensionati.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza