Sardegna

Quattro grandi artiste del jazz in area archeologica di Nora

Appuntamento con il Festival dal 31 luglio al 12 agosto

Quattro straordinarie artiste in solo, in duo, in trio nel segno del jazz in un viaggio tra Cuba, Corea, Svezia, Inghilterra, Norvegia. Ritorna l'International Nora Jazz Festival, nell'incanto del sito archeologico di Nora dal 31 luglio al 12 agosto. Dopo il lungo silenzio di teatri e palcoscenici, le note risuoneranno in uno scenario di grande bellezza con alcune limitazioni dovute all'emergenza Covid: non sarà possibile utilizzare lo spazio del Teatro Romano.

Apertura con un mix multicolore di sonorità afrocubane e classici europei: sul palco i due pianisti cubani Marialy Pacheco e Omar Sosa. Il 5 agosto spazio a un altro duo, la straordinaria vocalist coreana Youn Sun Nah e il chitarrista svedese Ulf Wakenius: esploreranno repertori musicali tra chanson, pop, jazz. Sonorità blues e afropop il 7 agosto: sul palco Sona Jobarteh, grande interprete e virtuosa della kora. Chiusura il 12 agosto, con la voce ammaliante di Rebekka Bakken alla testa del suo trio: una delle artiste più interessanti della scena nordeuropea.

Musica ma anche racconto del territorio con le sue bellezze in collaborazione col Touring Club. In concomitanza con i concerti serali, sarà possibile godere di una vetrina che si affaccia in un contesto storico e naturale di straordinaria suggestione, con gli itinerari che affiancano i resti dell'antico Teatro Romano, i nuovi mosaici fronte mare, le baie e i fondali dalle trasparenze cristalline, le silenziose aree lagunari, i rinomati alberghi di design, gli eccellenti vini e i piatti fuoriclasse della prelibata cucina isolana. Giunta alla 12esima edizione Nora Jazz è organizzata dall'Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo in collaborazione con il Comune di Pula.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie