Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Puglia
  1. ANSA.it
  2. Puglia
  3. Coniugi trovati morti in casa, i corpi erano in stanze diverse

Coniugi trovati morti in casa, i corpi erano in stanze diverse

Nel casolare nel Brindisino non è stata trovata l'arma del delitto

 

di Danilo Santoro
(ANSA) - CAROVIGNO, 02 MAR - Un colpo di fucile per uccidere Antonio Calò, due per ammazzare la moglie, Caterina Martucci: 70 anni lui, 64 lei. Una vita insieme. Ed insieme sono stati trovati, uccisi nel loro casolare di campagna a Serranova, frazione di Carovigno (Brindisi). Il cadavere dell'uomo era riverso a terra in soggiorno; il corpo della donna nella stanza da letto.
E' stato il fratello dell'uomo, Carmelo Calò preoccupato perchè non sentiva il 70enne da ore, a raggiungere il casolare e ad accorgersi del dramma. "Mio fratello non ha mai fatto male a nessuno. Non aveva soldi. Non so cosa sia potuto accadere.
Perché hanno fatto tutto ciò? Sicuramente è l'opera di un pazzo", continua a ripetere l'uomo. Testimonianza che ha confermato anche alle forze dell'ordine.
La Procura di Brindisi, che coordina le indagini, nei prossimi giorni disporrà le autopsie per acquisire nuovi elementi.
Il cadavere di Antonio e quello della moglie si trovano nell'obitorio del cimitero di Ostuni (Brindisi) e si attende il conferimento dell'incarico al medico legale.
Gli inquirenti al momento non escludono nessuna pista investigativa su quanto sia potuto avvenire mercoledì. La casa dove abitava la coppia, però, non è stata messa a soqquadro, ed è per questo che gli investigatori non pensano che si sia potuto trattare di una rapina finita male. Dell'arma con cui sono stati uccisi i due coniugi, intanto non c'è traccia.
Resta, così, il giallo sul movente, per un duplice omicidio che ha sconvolto la tranquillità della piccola borgata.
"Gente buona e semplice" racconta un altro vicino di casa della coppia ricordando Antonio e Caterina.
I coniugi Calò, che non avevano figli, vivevano nel casolare di famiglia da sempre; entrambi pensionati, l'uomo in estate saltuariamente faceva il parcheggiatore in un locale non molto distante dall'abitazione. Piccoli lavoretti per garantirsi una non facile quotidianità. "Ma era comunque sereno e tranquillo" ripete il fratello "nessuno ha nemici qui e tra marito e moglie non c'erano dissidi".
In questa piccola borgata infatti, dove vivono meno di 150 famiglie in inverno, si conoscono tutti. Un unico punto di ritrovo: il piccolo bar-alimentari. Poi le distese di ulivi secolari a pochi chilometri dal mare. Ettari ed ettari di campi coltivati. Anche Antonio curava il suo orto. Giornalmente. E lo aveva fatto anche ieri mattina, fino a quando il killer lo ha raggiunto in casa, uccidendo lui e la moglie. (ANSA).
      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie