Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Allegri, c'erano più pressioni oggi che a Milano

Allegri, c'erano più pressioni oggi che a Milano

"Una gara importante, un risultato negativo avrebbe preoccupato"

TORINO, 25 febbraio 2024, 16:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"In un mese siamo passati da uno scontro per lo scudetto a giocare una sfida così importante: a livello di pressioni, però, era più pesante oggi rispetto a Milano e siamo stati bravi a vincere": il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sottolinea l'importanza dei tre punti conquistati contro il Frosinone.
    "Era una gara molto importante perché venivamo da due punti in quattro gare - aggiunge in conferenza stampa - e un risultato negativo avrebbe lasciato tanto amaro in bocca e qualche preoccupazione: abbiamo rimandato il Bologna a nove lunghezze, volevamo riassaporare il gusto della vittoria". Chiesa, invece, non ha convinto: "Si è messo a disposizione della squadra e ha fatto un'ora buona in pressione, nel calcio non si sta fermi come a subbuteo - commenta il tecnico sull'attaccante - e tutti sappiamo, lui compreso, che deve crescere in condizione: sarà un valore aggiunto per il finale di stagione, lui è stato, è e sarà un giocatore importante per la Juve".
    In casa bianconera, intanto, si attendono novità sui tempi di recupero di Adrien Rabiot e Weston McKennie, che hanno chiesto il cambio durante la partita. Rabiot ha riportato una lussazione a una falange del piede destro, mentre l'americano ha subito la lussazione della spalla sinistra.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza