Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Milano uno spazio modello contro la violenza di genere

A Milano uno spazio modello contro la violenza di genere

Nell'hub di Terre des Hommes si lavora sull'autonomia economica

ROMA, 24 novembre 2023, 21:01

di Enrica Di Battista

ANSACheck

   Nei quartieri dormitorio delle grandi città la violenza domestica trova terreno fertile nell'isolamento, nell'invisibilità e nelle fragilità: a Milano, nella periferia di Gallaratese, Terre des Hommes ha creato Spazio Indifesa, che nasce nel 2021 come hub contro lo spreco alimentare della food policy del Comune di Milano, ed è ora anche luogo di emersione della violenza di genere e di empowerment femminile.

    Un luogo di ascolto dove le donne accettano volentieri di recarsi, superando la vergogna, per essere poi indirizzate verso Centri Antiviolenza. Condizioni economiche precarie e mancanza di lavoro per le donne sono vie di accesso facile per subire violenza economica, indissolubilmente legata a quella psicologica e spesso a quella fisica.

    In Italia una donna su tre non ha un conto corrente personale: anche per andare al supermercato devono chiedere i soldi al partner o alla famiglia, che possono usarli, in contesti violenti, come strumento di ricatto. L'hub alimentare di Spazio Indifesa serve anche a questo: sono molte le donne intestatarie della tessera della spesa che viene consegnata gratuitamente per un rifornimento settimanale. Sono italiane e straniere, dai contesti diversi: dalle donne che hanno subito violenze in Perù alle rifugiate ucraine in fuga dalla guerra. Le donne che cominciano un percorso di affrancamento dalla violenza accompagnano poi altre donne, creando una comunità.

    Presso l'hub milanese, dove lavorano in rete molte associazioni del Terzo settore, si offrono consulenza legale e sostegno psicologico, corsi di italiano, c'è uno sportello per l'occupazione. Vengono poi forniti servizi per le donne e i bambini: il doposcuola e i centri estivi che si svolgono all'interno di questo spazio permettono ai figli di relazionarsi e integrarsi con i coetanei e alle madri di cercare lavoro e affrancarsi da contesti violenti e di dipendenza.

    Spazio Indifesa, racconta la psicologa Serena Kaneklin di Terre des Hommes, può essere visto come "un modello da replicare in altre città, lavorando sulla fuoriuscita dalla violenza attraverso la creazione dell'autonomia della donna", in un contesto sociale ed economico dove la povertà mangia fette sempre più ampie di popolazione e le violenze domestiche non accennano a diminuire. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza