Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Fermare la strage', a Roma 5000 lapidi con i nomi dei bimbi uccisi a Gaza

'Fermare la strage', a Roma 5000 lapidi con i nomi dei bimbi uccisi a Gaza

Sit-in associazioni all'Esquilino per chiedere al Governo italiano e alla comunità internazionale affinchè si adoperino in tutte le sedi possibili perchè "tutte le parti accettino un immediato cessate il fuoco.

ROMA, 27 novembre 2023, 20:37

Redazione ANSA

ANSACheck

'Fermare strage ',a Roma 5000 lapidi con nomi bimbi uccisi a Gaza - RIPRODUZIONE RISERVATA

'Fermare strage ',a Roma 5000 lapidi con nomi bimbi uccisi a Gaza - RIPRODUZIONE RISERVATA
'Fermare strage ',a Roma 5000 lapidi con nomi bimbi uccisi a Gaza - RIPRODUZIONE RISERVATA

 In piazza dell'Esquilino a Roma sono apparse 5.000 piccole lapidi bianche con i nomi di minori uccisi "per creare un'installazione che renda visibile il cimitero di bambini causato dai bombardamenti a Gaza". E' la manifestazione 'Fermare la strage di bambini a Gaza" organizzata da Aoi, Comunità palestinese di Roma e del Lazio, Associazione Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese, Rete Italiana Pace e Disarmo, insieme ad altre decine di organizzazioni che hanno aderito, per chiedere al Governo italiano e alla comunità internazionale affinchè si adoperino in tutte le sedi possibili perchè "tutte le parti accettino un immediato cessate il fuoco.

In particolare, chiediamo che siano subito liberati i bambini e le bambine presi in ostaggio da Hamas senza porre condizioni e vengano scarcerati i minori palestinesi detenuti arbitrariamente da Israele; Israele ponga fine all'assedio totale della Striscia di Gaza, alla punizione collettiva inflitta alla popolazione civile innocente e all'occupazione militare dei territori palestinesi, nel rispetto delle risoluzioni delle Nazioni Unite e della legalità internazionale".

Tra le vittime civili israeliane dell'attacco di Hamas del 7 ottobre, ricordano, si contano anche 33 minori innocenti uccisi e circa 30 rapiti. "Ingiustificabili. Ma al tempo stesso non è giustificabile e accettabile la reazione militare israeliana che si traduce in una punizione collettiva sulla popolazione della Striscia di Gaza e in atti di violenza diffusa in tutta la Palestina, che hanno causato all'oggi l'uccisione di almeno 11.078 Palestinesi a Gaza, di cui almeno 4.506 bambini e bambine: uno ogni 10 minuti. Almeno altre 6.000 persone, tra cui 4.000 minori risultano dispersi sotto le macerie. 15.500 bambine e bambini sono rimasti feriti e 17.500 orfani. In Cisgiordania, dal 7 ottobre si contano almeno 53 bambine e bambini uccisi.
Almeno 900.000 bambine e bambini nella Striscia di Gaza non hanno più accesso ad acqua potabile, cibo, medicine e cure mediche per le quali sono essenziali carburante ed energia elettrica". 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza