Infrastrutture: Khanna, né Usa né Cina padroni mondo, ok Ue

Trieste, buona posizione in 'corsa alle armi infrastrutturale'

(ANSA) - TRIESTE, 17 MAG - "In Europa e in particolare a Trieste state cooperando in quella che definisco la corsa alle armi infrastrutturale. Questo è un gioco multipolare in cui l'Europa continua a essere un importante leader e che non vedrà la Cina emergere come padrone assoluto del mondo e neanche gli Stati Uniti". Lo ha detto Parag Khanna, tra i massimi esperti mondiali di logistica, intervenendo all'evento online 'Trieste-Duisburg Port Forum' organizzato dal Limes Club di Trieste in occasione della presentazione del suo nuovo libro 'Il movimento del mondo', che analizza il futuro delle migrazioni in base agli squilibri demografici, la dislocazione economica, gli sconvolgimenti tecnologici, le crisi politiche e il cambiamento climatico.
    "Una partita multipolare - ha proseguito Khanna - in cui Italia sta giocando abbastanza bene, cooperando con la Cina e i partner europei per rafforzare il ruolo dell'Europa come importante centro logistico globale".
    In merito alle future migrazioni dovute ai cambiamenti climatici e alle opportunità lavorative, il politologo ha spiegato che non sarà difficile individuare quali saranno le aree attraenti e dove i giovani vorranno vivere".
    "Assumetevi il compito di identificarle e di investire su di esse - ha detto - perché non è una scommessa così rischiosa e ci sono dei modelli da poter individuare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie