Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Perugia Fiera, mostra collettiva con 58 artisti

A Perugia Fiera, mostra collettiva con 58 artisti

Gli stand presso Indigo Art Gallery fino al 17 febbraio

PERUGIA, 03 dicembre 2023, 19:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 Si chiama "Fiera!" ed è una mostra collettiva quella allestita presso Indigo Art Gallery, a Perugia. Rimarrà aperta fino al 17 febbraio.
    La mostra è organizzata da Indigo Art Gallery, in collaborazione con centro per l'arte contemporanea Trebisonda, MA_Project e Progetti Inutili e vede la partecipazione di cinquantotto artisti in diciotto stand, allestiti e curati all'interno della galleria. Ospitando realtà quali, oltre alle organizzatrici, ADD-art di Spoleto, Maioliche Fidia di Deruta, Associazione TraleVolte, Muta Studi e Studio 54 Torpignattara, queste ultime romane. Nasce - spiegano gi organizzatori - con la volontà di riunire "molte e differenti realtà del sistema dell'arte contemporanea, da gallerie a collettivi, a spazi gestiti da artisti, in un contesto galleristico e commerciale, al fine di riflettere sulle differenti sfaccettature del sistema e del mercato dell'arte, con un focus particolare sulle opere di piccolo formato". "La riflessione che si vuole proporre verte sulla frammentazione del sistema - proseguono - e sulle conseguenti opportunità che esso offre a entità culturali diverse, ma tutte unite dalla stessa missione e destinazione: l'esposizione. Il fine ultimo che unisce gallerie, fondazioni, collettivi, studi, centri di ricerca, associazioni è la diffusione al pubblico di un risultato culturale. Questo viene trasmesso sotto forma di testo, conferenza, opera d'arte, seminario, mostra, pubblicazione. Ciascuna di queste declinazioni offre, quindi, occasione di scambio, crescita, sviluppo, riflessione, maturazione e approfondimento". Ciascun artista è stato chiamato a riflettere su opere di piccolo formato, "riportando l'attenzione su una modalità di fruizione che si discosta da fenomeni di spettacolarizzazione, che, in certi casi, declinano l'arte a una mera funzione di intrattenimento, edulcorandone i risultati e riducendone i tempi di fruizione".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza