Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Mao di Torino duemila anni di scambi tra Asia ed Europa

Al Mao di Torino duemila anni di scambi tra Asia ed Europa

Esposte stoffe d'oro e di seta, ceramiche e bruciaprofumi

TORINO, 04 ottobre 2023, 14:18

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Apre al Mao Museo d'Arte Orientale la mostra 'Trad u/i zioni d'Eurasia. Duemila anni di cultura visiva e materiale tra Mediterraneo e Asia Orientale', terzo tassello del ciclo espositivo 'Frontiere liquide e mondi in connessione' che punta ad analizzare le traiettorie artistiche e le dinamiche culturali che hanno caratterizzato per secoli gli scambi tra Asia e continente europeo. Dal 5 ottobre all'1 settembre 2024 i visitatori potranno ammirare preziose stoffe d'oro e di seta, tessuti con iscrizioni ricamate, bruciaprofumi zoomorfi in metallo che ribadiscono la centralità delle essenze nelle società islamiche medievali: 150 oggetti in un percorso che dà rilievo al colore - l'oro, il blu e il rosso - e alla materia tra ceramica, tessuti, metalli, carta e pigmenti coloranti. Nel corso dell'anno la mostra, che dopo Torino andrà a Shanghai, si trasformerà attraverso la rotazione di opere e l'introduzione di nuove tematiche con installazioni e conferenze, 'Trad u/i zioni d'Eurasia', a cura di Nicoletta Fazio, Veronica Prestini, Elisabetta Raffo e Laura Vigo, propone una selezione di opere provenienti da importanti collezioni: accanto a oggetti dell'Asia Centrale della collezione del Mao, trovano spazio tessuti, ceramiche e miniature raramente esposti della Fondazione Bruschettini per l'Arte Islamica e Asiatica, metallistica khorasanica della Aron Collection e importanti prestiti dal Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, dalla Chiesa di San Domenico di Perugia, dal Museo delle Civiltà di Roma, dalla Galleria Sabauda - Musei Reali e da Palazzo Madama di Torino.
    Sarà pubblicato un booklet di approfondimento distribuito gratuitamente, secondo la formula ormai consolidata del Mao.
    Come per i precedenti progetti espositivi, anche questa mostra propone un dialogo tra opere antiche e contemporanee. Il progetto è dell'artista internazionale Yto Barrada (franco-marocchina, nata nel 1971 a Parigi) ed è stato realizzato con la Fondazione Merz, dove l'artista realizzerà una mostra personale nell'autunno 2024.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza