Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Gradara 'Anselmo Bucci, dalle Marche a Parigi'

A Gradara 'Anselmo Bucci, dalle Marche a Parigi'

Al Marv 150 opere tra dipinti, disegni, incisioni e fotografie

ANCONA, 15 novembre 2023, 19:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una grande mostra di 150 opere tra dipinti, disegni, incisioni e fotografie di Anselmo Bucci (1887-1855), uno dei protagonisti dell'arte figurativa del Novecento europeo sarà il primo evento espositivo della Rete Museale Marche Nord, diretta da Luca Baroni, di cui il Comune di Gradara (Pesaro Urbino) è capofila, con Apecchio, Borgo Pace, Mercatello sul Metauro, Mombaroccio e Terre Roveresche. "Bucci.
    dalle Marche a Parigi" il titolo della mostra, finanziata dalla Regione Marche e prodotta dal Comune di Gradara in collaborazione con il Comune di Fossombrone, Gradara Innova srl e dalla Rete Museale Marche Nord, che dal 2 dicembre 2023 al 18 febbraio 2024 sarà ospitata al Marv (Museo d'Arte Rubini Vesin).
    I lavori esposti, eseguiti tra il 1904 e il 1950, arrivano a Gradara grazie al prestito eccezionale della Quadreria Cesarini di Fossombrone, dell'Archivio Anselmo Bucci e di importanti collezionisti privati.
    Nato a Fossombrone (Pesaro Urbino), Bucci si forma all'Accademia di Brera di Milano prima di emigrare, giovanissimo, a Parigi. Qui diventa in breve tempo uno degli incisori più apprezzati della scena artistica francese, ricevendo il plauso, tra gli altri, di Guillaume Apollinaire e collaborando con i massimi editori e stampatori del tempo.
    Artista di vocazione europea, viaggia tra l'Italia e l'Europa, tornando frequentemente nelle Marche di cui traccia intime descrizioni figurative e letterarie. A oltre sessant'anni dalla sua morte, Bucci è stato progressivamente riscoperto come uno dei massimi artisti italiani del '900, e una figura di particolare importanza per l'identificazione di una identità marchigiana nelle arti figurative.
    La mostra "Bucci. Dalle Marche a Parigi" rappresenta la prosecuzione del progetto "Dalle Marche all'Europa: tre artisti per Gradara", finanziato dal Bando Eventi della Regione Marche e che punta a valorizzare, con strumenti e mezzi di comunicazione di taglio internazionale e nella forma di una rassegna di tre mostre d'arte completate dai prodotti culturali annessi, il lavoro di tre artisti originari della provincia di Pesaro Urbino ma attivi ad altissimo livello in Italia e all'estero: oltre a Bucci, Luigi Toccacieli (nato nel 1945) e Guerrino Bardeggia (1937-2004). L'obiettivo è costruire la comprensione, da parte di un pubblico locale e internazionale, delle specificità e della ricchezza culturale del territorio.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza