Tradizione batte covid, pesce di Venerdì santo per 6 su 7

Fedagripesca, ma cambia modalità di acquistare e consumare

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Vince sul Covid anche quest'anno la tradizione di mangiare pesce il Venerdì santo, per 6 italiani su 7, e questo grazie all'e-commerce che ormai spopola e alle consegne delle pescherie fantasma che solamente una volta ricevuto l'ordine escono in mare. È quanto emerge da un'indagine di Fedagripesca-Confcooperative, che conferma come l'usanza di mangiare magro venga rispettato più al Centro-sud (62%) che al Nord (38%), in particolare dalle donne (55%) e dagli over sessanta (70%).

A cambiare però, rispetto al passato, sono le modalità di acquisto che permettono un risparmio fino al 20% ma anche di consumo. I menu ridotti per pochi intimi, come impone la normativa, vanno infatti ad incidere anche sulle pezzature di pesce sempre più piccole e semplici da preparare al forno, in padella o alla griglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie