Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il fico d'India è il frutto del futuro, tiene testa alla siccità

Il fico d'India è il frutto del futuro, tiene testa alla siccità

Meno acqua ha e più vitamina C e zuccheri contiene

ROMA, 26 ottobre 2023, 16:07

Redazione ANSA

ANSACheck

Il fico d 'India è il frutto del futuro, tiene testa alla siccità - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il fico d 'India è il frutto del futuro, tiene testa alla siccità - RIPRODUZIONE RISERVATA
Il fico d 'India è il frutto del futuro, tiene testa alla siccità - RIPRODUZIONE RISERVATA

 - Il fico d'India sarà il frutto del futuro alla luce dei cambiamenti climatici con stagioni sempre più calde e lunghi periodi con poche piogge. Questa pianta.
    infatti, è una delle più efficienti per far fronte alla siccità e, meno acqua ha più vitamina C e altre sostanze contiene. A segnalarlo è stata la prima puntata del format "La Natura dal campo alla tavola" in onda su 7 Gold, dove è stato ricordato che per produrre 1 kg di fichi d'India vengono consumati circa 20 litri di acqua all'anno, quindi una quantità minima rispetto, ad esempio, ai 60 litri per l'arancia e 80 litri per kg di mele.


    Carlotta Rapisarda, biologa nutrizionista ha sottolineato che "con meno acqua a disposizione, i frutti hanno dimensione minore, ma maggior tenore di vitamina C, zuccheri e betalaine (pigmenti naturali di colore rosso e giallo che sostituiscono le antocianine). Avere frutti con un elevato contenuto nutrizionale, nonostante un'irrigazione volutamente deficitaria, apre ampie prospettive per il futuro".

A questo proposito, infatti, il Consorzio Euroagrum di Catania ha finanziato una ricerca proprio sulla coltivazione con bassa irrigazione. "In Sicilia se ne coltivano 10 mila ettari circa 400 solo nella zona di produzione del Ficodindia dell'Etna Dop in provincia di Catania", spiega Salvatore Rapisarda, direttore del Consorzio Euroagrumi di Biancavilla, precisando che ci sono tre varietà: La Gialla o Sulfarina la più diffusa, La Rossa o Sanguigna, apprezzata poiché contiene meno semi e La Bianca o Muscaredda, la più pregiata.

Un frutto che, a detta dello chef Alessandro Diolosà, può essere anche una base per la FicoPizza, una variante della pizza che" ha nell'impasto un estratto di polpa di fico d'India insieme ai grani antichi siciliani",
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza