Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Carne rossa può aumentare rischio diabete,sostituirla con legumi

Carne rossa può aumentare rischio diabete,sostituirla con legumi

Studio, limitare il consumo una volta a settimana

ROMA, 21 ottobre 2023, 13:36

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un consumo anche non esagerato di carne rossa potrebbe aumentare il rischio di ammalarsi di diabete. Un limite di circa una porzione a settimana di carne rossa sarebbe ragionevole. Lo rivela uno studio condotto presso la Harvard T.H. Chan School of Public Health e pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition: chi consuma solo due porzioni di carne rossa a settimana può avere un rischio maggiore di diabete di tipo 2 e il rischio aumenta al crescere delle quantità settimanali consumate. Gli epidemiologi hanno inoltre scoperto che la sostituzione della carne rossa con fonti proteiche di origine vegetale, come noci e legumi, o con quantità modeste di latticini, riduce il rischio. Lo studio riguarda sia la carne rossa lavorata (ad esempio wurstel o salsicce) che a quella non industriale.
    I ricercatori hanno analizzato dati sanitari di 216.695 partecipanti provenienti dallo Studio sull'Health delle Infermiere (NHS), NHS II e lo Studio di Follow-up dei Professionisti della Salute (HPFS). La dieta è stata valutata con questionari sulla frequenza alimentare ogni due o quattro anni, per un periodo fino a 36 anni. Durante questo periodo, più di 22.000 partecipanti hanno sviluppato il diabete di tipo 2. I ricercatori hanno riscontrato che il consumo di carne rossa, lavorata e non lavorata, era fortemente associato a un aumento del rischio di diabete. I partecipanti che consumavano più carne rossa avevano un rischio maggiore del 62% di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto a coloro che ne consumavano meno.
    Ogni porzione aggiuntiva giornaliera di carne rossa lavorata era associata a un rischio maggiore del 46% di sviluppare il diabete di tipo 2 e ogni porzione aggiuntiva giornaliera di carne rossa non lavorata era associata a un rischio maggiore del 24%.
    I ricercatori hanno inoltre stimato gli effetti potenziali della sostituzione di una porzione giornaliera di carne rossa con un'altra fonte proteica. Hanno scoperto che sostituirla con una porzione di noci e legumi si associa a una riduzione del 30% del rischio di diabete, mentre la sostituzione con una porzione di latticini a un rischio ridotto del 22%.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza