Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La Via Lattea diventa una sinfonia cosmica ASCOLTA

La Via Lattea diventa una sinfonia cosmica ASCOLTA

Tradotti in musica i dati raccolti dai telescopi spaziali

21 novembre 2023, 10:16

Leonardo De Cosmo

ANSACheck

Il centro della Via Lattea (fonte: Robert Sullivan, da Flickr) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il centro della Via Lattea (fonte: Robert Sullivan, da Flickr) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Il centro della Via Lattea (fonte: Robert Sullivan, da Flickr) - RIPRODUZIONE RISERVATA

La Via Lattea e il grande buco nero che ne occupa il centro si trasformano in una sinfonia, grazie al progetto della Nasa ha tradotto in musica i dati raccolti dai telescopi spaziali. Il progetto, che propone un modo alternativo di osservare l'universo, si deve ai ricercatori del Centro Chandra X-ray della Nasa.

 

 

 

Da sempre il cielo stellato è una delle più grandi fonti di ispirazioni per l’arte e il nuovo progetto,sviluppato dai ricercatori Nasa in collaborazione con una musicista, permette di ascoltare i dati astronomici attraverso l’udito piuttosto che vederli con le più comuni immagini.

I ricercatori hanno utilizzati parte dei dati raccolti dai telescopi spaziali Chandra, Hubble e Spitzer e relativi al centro della nostra galassia, una regione che si estende per circa 400 anni luce e al cui centro si trova iln buco nero supermassiccio chiamato Sagittarius A*.

Lavorando con la compositrice Sophie Kastner, i ricercatori hanno sviluppato nuove versioni dei dati acquisiti dai tre telescopi, rispettivamente nei raggi X, nella luce visibile e in quella infrarossa. La compositrice li ha poi tradotti in note.

Il risultato è una sinfonia cosmica intitolata ‘Where Parallel Lines Converge’, di cui sono stati pubblicati gli spartiti a disposizione dei musicisti per essere ulteriormente elaborati. L'obiettivo del progetto è infatti coinvolgere  altri musicisti per trasformare in musica molti altri dati astronomici.

 

L'immagine della Via Lattea ai raggi X e sotto lo spartito che l'ha tradotta in musica (fonte: NASA/CXC/SAO/Sophie Kastner)

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza