Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Stampato in 3D il frammento di un dito del Colosso di Costantino

Stampato in 3D il frammento di un dito del Colosso di Costantino

Le copie integrate in due riproduzioni in gesso della statua

13 ottobre 2023, 19:32

Redazione ANSA

ANSACheck

Particolare del Colosso di Costantino (fonte: Wikipedia) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Particolare del Colosso di Costantino (fonte: Wikipedia) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Particolare del Colosso di Costantino (fonte: Wikipedia) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il primo e' assemblato alla riproduzione in gesso del Colosso di Costantino esposto a Varsavia fino al 15 ottobre, il secondo alla riproduzione della statua esposta in Giappone fino al 10 marzo 2024: sono i due frammenti di un dito stampati in 3D dai ricercatori dell'Istituto di cristallografia del Consiglio nazionale delle ricerche applicando tecniche nate per la biomedicina e finalizzate a produrre dispositivi medici spersonalizzati. Lo rende noto il Cnr.

Entrambi i frammenti stampati in 3D integrano i calchi in gesso realizzati nel secolo scorso e conservati al Museo della Civilta' Romana. Fino al 2018 la mano esposta ai Musei Capitolini era priva di una falange e in quell'anno il frammento mancante e' stato ricomposto con un frammento di dito in bronzo conservato al Louvre, che si era scoperto essere il dito indice del Colosso.

Una volta ricostruite le opere originali, era necessario integrare i calchi in gesso conservati al Museo della Civilta' Romana e cosi' , nel 2022, e' stato quindi stipulato un accordo tra il Cnr-Ic e la Sovrintendenza Capitolina per le copie 3D. "Il progetto di trasferire competenze maturate in ambito clinico sanitario verso il settore dei beni culturali ci ha subito entusiasmato", ha detto Fabrizio Clemente, responsabile della sede di Napoli del Cnr. La copia in vetroresina del dito, donata al sovrintendente, e' stata scansionata dai ricercatori dell'Universita' di Warwick e, grazie alla sponsorizzazione della Fondazione Santobono Pausilipon, presso la sede dell'Istituto di cristallografia di Napoli sono state riprodotte le copie in 3D del frammento, che i restauratori di Zetema, azienda strumentale di Roma Capitale per i beni culturali, hanno reso compatibili con i due calchi in gesso conservati al Museo della Civilta' Romana.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza