Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L’uomo ha portato all’estinzione oltre 1.400 specie di uccelli

L’uomo ha portato all’estinzione oltre 1.400 specie di uccelli

Il doppio delle stime attuali, rischiamo di perderne altre 700

21 dicembre 2023, 12:42

di Benedetta Bianco

ANSACheck

Immagine generata dall 'Intelligenza Artificiale, mostra il possibile aspetto degli uccelli sconosciuti ormai estinti (fonte: UKCEH) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Immagine generata dall 'Intelligenza Artificiale, mostra il possibile aspetto degli uccelli sconosciuti ormai estinti (fonte: UKCEH) -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Immagine generata dall 'Intelligenza Artificiale, mostra il possibile aspetto degli uccelli sconosciuti ormai estinti (fonte: UKCEH) - RIPRODUZIONE RISERVATA

L’uomo ha portato all’estinzione circa 1.430 specie di uccelli, il doppio rispetto alle stime fatte finora: lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications, che ha portato alla luce le centinaia di estinzioni ‘invisibili’ avvenute prima del 1500, data a partire dalla quale sono stati documentati buona parte di questi eventi. L’analisi, guidata dal Centro britannico per l'Ecologia e l'Idrologia, sottolinea che la perdita di queste specie ha probabilmente avuto effetti a cascata sugli ecosistemi, facendo scomparire anche piante e animali che dipendevano dagli uccelli per la loro sopravvivenza, e precedenti stime fatte dagli stessi ricercatori suggeriscono che altre 700 specie sono a rischio nelle prossime centinaia di anni.

“Il nostro studio dimostra che l’impatto umano sulla diversità aviaria è stato molto più elevato di quanto precedentemente riconosciuto”, afferma Rob Cooke, che ha guidato la ricerca. “Gli esseri umani hanno rapidamente devastato le popolazioni di uccelli attraverso la distruzione degli habitat, lo sfruttamento eccessivo e l’introduzione di ratti, maiali e cani, che razziavano i nidi degli uccelli e competevano con loro per il cibo. Molte specie – continua Cooke – si sono estinte prima che venissero documentate e non hanno lasciato traccia, dimenticate dalla storia”.

I risultati hanno svelato quello che potrebbe essere il più grande evento di estinzione di vertebrati causato dall’uomo nella storia: si stima che durante il XIV secolo l’arrivo di esseri umani nel Pacifico orientale, in posti come le Hawaii e le Isole Cook, abbia cancellato ben 570 specie di uccelli. Un altro episodio particolarmente grave sembra sia avvenuto nel IX secolo a.C., causato principalmente dall'arrivo di gruppi di persone nel Pacifico occidentale, ad esempio nelle Isole Fiji e Canarie. Ma gli autori dello studio sottolineano anche l’evento di estinzione attualmente in corso, iniziato a metà del XVIII secolo: in questo caso, oltre all’aumento della deforestazione e alla diffusione di specie invasive, gli uccelli devono affrontare anche cambiamento climatico, agricoltura intensiva e inquinamento.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza