Fondo russo, Sputnik meglio di Pfizer contro Omicron (2)

Redazione ANSA BRUXELLES

(ANSA) - BRUXELLES, 20 GEN - "Lo studio - sostiene la nota - è stato condotto nelle stesse condizioni di laboratorio dell'Istituto Spallanzani in Italia su campioni di siero comparabili di individui vaccinati con Sputnik V e Pfizer con un livello simile di anticorpi IgG e attività neutralizzante del virus (VNA) contro la variante Wuhan". "Sputnik V mostra una riduzione significativamente minore (2.6 volte) dell'attività di neutralizzazione del virus contro Omicron in confronto alla variante Wuhan di riferimento rispetto al vaccino Pfizer (riduzione di 8.1 volte per Sputnik V rispetto a 21.4 volte per il vaccino Pfizer)".
    Un articolo di un team di 12 scienziati italiani e 9 russi guidati da Francesco Vaia, direttore dell'Istituto Spallanzani e Alexander Gintsburg, direttore del Centro Gamaleya, è stato pubblicato su medRxiv (la piattaforma di preprint per le scienze della salute). Secondo lo studio, "i vantaggi dello Sputnik V sono l'uso della glicoproteina S nativa (proteina spike senza stabilizzazione della prolina e altre modifiche) e l'uso di un regime di vaccinazione prime- boost eterologo". "Il vaccino Pfizer utilizza la proteina spike in una forma stabilizzata con la prolina a differenza dello Sputnik V. La stabilizzazione con la prolina e altre modifiche possono spostare una risposta immunitaria prevalentemente verso il dominio di legame del recettore (RBD) attivamente mutante della proteina spike. Nella variante Omicron, un numero sostanziale di mutazioni è stato registrato esattamente nel RBD, che è il motivo per cui un calo così significativo dell'attività neutralizzante contro questa variante può essere osservato nei sieri dei vaccinati Pfizer", si legge ancora. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA