Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Le feste e le interazioni tra farmaci, cibo e alcol

Le feste e le interazioni tra farmaci, cibo e alcol

I consigli, dai cavoletti di Bruxelles ai mirtilli

ROMA, 29 dicembre 2023, 09:52

Redazione ANSA

ANSACheck

Le feste e le interazioni tra farmaci, cibo e alcol - RIPRODUZIONE RISERVATA

Le feste e le interazioni tra farmaci, cibo e alcol -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Le feste e le interazioni tra farmaci, cibo e alcol - RIPRODUZIONE RISERVATA

Natale e Capodanno sono momenti in cui desideriamo particolarmente stare bene, riunirci, creare ricordi preziosi e condividere tradizioni. Ma con tutta la frenesia legata a questo periodo dell'anno, è importante non tralasciare la sicurezza, in particolare quando si tratta di utilizzare prodotti come farmaci e dispositivi medici. Per questo è bene sapere che alcuni medicinali possono interagire con il cibo e le bevande, stare attenti all'alcol e persino ad alcune bevande analcoliche, e utilizzare con criterio gli analgesici, dal paracetamolo all'ibuprofene. Lo rileva l'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari del Regno Unito (Mhra).
    Mhra ricorda che i mirtilli sono spesso associati al Natale. Ma se si sta assumendo un anticoagulante, come la warfarina, è meglio non consumare prodotti a base di mirtillo rosso né bere succo di mirtillo rosso. Ciò infatti potrebbe aumentare le possibilità di lividi e sanguinamento. I cavoletti di Bruxelles, i broccoli e le verdure a foglia verde contengono poi molta vitamina K, una sostanza chimica utilizzata dal corpo per favorire la coagulazione del sangue. La vitamina K contrasta gli effetti della warfarina e può renderla meno efficace, ma mangiare cibi che la contengono è importante per la salute : invece di escluderli dalla dieta, il consiglio è assicurarsi di mangiarne alcune quantità regolarmente. Ciò significa che il livello di vitamina K nel sangue rimarrà abbastanza costante.
    Anche l'alcol può influenzare il modo in cui funzionano i medicinali. Alcuni antibiotici, ad esempio, possono avere effetti collaterali come nausea o vertigini, che potrebbero essere aggravati dal consumo di alcol. Anche una bevanda analcolica come il succo di pompelmo può presentare delle criticità, se si sta assumendo simvastatina, utilizzata per abbassare il colesterolo. Aumenta il livello del farmaco nel sangue, così come la probabilità di effetti collaterali. Infine, secondo Mhra alcuni tipi di medicinali possono compromettere la guida, quindi e' bene assicurarsi di controllare il foglio illustrativo per fornito con il medicinale prima di mettersi al volante. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza