Apre portiera destra e colpisce moto, censurato il centauro

Per Cassazione no a sorpassi su lato passeggero di veicolo fermo

Redazione ANSA ROMA

Il comportamento di alcuni motociclisti che sorpassano sulla destra i veicoli fermi in colonna vicino al bordo strada è stato censurato dalla III Sezione Civile della Corte di Cassazione, nell'ordinanza numero 33536 dell'11 novembre che vedeva di fronte per una richiesta di risarcimento danni il passeggero di un'auto che nello scendere urtato con la portiera una moto in sorpasso vicino al marciapiede.

Nel darne notizia e nel sottolinearne le conseguenze, gli esperti del periodico online All-in Giuridica del gruppo Seac sottolineano: "Gli Ermellini affermano che il sorpasso non va mai effettuato a distanza ravvicinata dal veicolo che procede davanti o con irregolare sopravanzamento sulla destra". Nella sentenza, che per motivi legati al mancato accoglimento di testimonianze dei passeggeri del veicolo ha cassato la decisione del Tribunale di Roma, rimandando la causa a nuovo giudizio, si legge il passo di censura che richiama precedenti sentenze del Palazzaccio.

"Il sorpasso - scrivono i giudici - costituisce una manovra pericolosa e complessa, stante i rischi che comporta in relazione alla possibilità di scontri stradali sicché esso deve essere effettuato solamente con estrema cautela e in presenza di condizioni di assoluta sicurezza e, soprattutto mai a distanza ravvicinata dal veicolo che procede innanzi, ovvero - proprio come avvenuto nel caso che occupa - con irregolare sopravanzamento sulla destra, essendosi pure precisato che anche l’apertura dello sportello effettuato senza essersi preventivamente accertati della possibilità di farlo liberamente costituisce evento da prevedersi dal conducente diligente che intraprenda una manovra di sorpasso di autovettura in sosta o fermata".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie