Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Gruppo Toyota potrebbe ridurre la partecipazione in Denso

Gruppo Toyota potrebbe ridurre la partecipazione in Denso

Restando azionista di controllo incasserebbe 4,3 miliardi euro

ROMA, 30 novembre 2023, 19:44

Redazione ANSA

ANSACheck

Gruppo Toyota potrebbe ridurre la partecipazione in Denso - RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo Toyota potrebbe ridurre la partecipazione in Denso - RIPRODUZIONE RISERVATA
Gruppo Toyota potrebbe ridurre la partecipazione in Denso - RIPRODUZIONE RISERVATA

 Il colosso giapponese Toyota Motor si preparerebbe a vendere una parte delle azioni del fornitore di componentistica Denso (il secondo più grande al mondo) che sono in suo possesso e delle due aziende collegate Toyota Industries e Aisin. L'operazione - secondo quanto riporta Automobilwoche - avrebbe la finalità di recuperare liquidità per supportare gli investimenti nell'eMobility che sono ora diventati 'centrali' anche per la Casa delle due ellissi.
    A collocamento sul mercato completato, Toyota potrebbe incassare il corrispettivo di 4,3 miliardi di euro, pur restando il principale azionista di Denso con il 20% di azioni (oggi la quota è del 24,2%). La partecipazione nel fornitore di componentistica nasce storicamente dall'abitudine di incrociare i pacchetti azionari tipica dell'economia giapponese. Negli ultimi anni un numero crescente di aziende in Giappone ha liquidato questi scambi di partecipazioni.
    Nel caso di Denso la re-immissione sul mercato delle sue azioni potrebbe permetterle il riacquisto e ottenere quindi una maggiore stabilità dell'andamento borsistico.  
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza