Yamaha MT-10, la 'regina' delle hyper naked si rinnova

Nuovo look e un motore ancora più potente

Redazione ANSA MILANO

Una hyper naked che rinnova, la MT-10 di Yamaha punta al titolo di regina della gamma. Il suo nuovo motore CP4, dalla coppia elevata, è direttamente derivato dalla R1 e resta il protagonista anche con la nuova evoluzione modello in arrivo. Con il lancio da parte di Yamaha della MT-01 nel 2007, la casa giapponese apriva un segmento che si sarebbe consolidato qualche anno dopo con il successo della MT-09, lanciata nel 2013. Nel corso degli anni, la gamma MT ha fatto registrare la cifra di oltre 290 mila unità vendute in Europa.
    La nuova evoluzione della MT-10 è equipaggiata con una versione perfezionata del motore crossplane CP4 raffreddato a liquido, strettamente derivato dalla R1. Sviluppato per ottenere una potenza superiore e maggiore feeling di erogazione della coppia, questo motore è il più potente e tecnologicamente avanzato mai visto su una Hyper Naked Yamaha. Il consumo di carburante è migliorato, i livelli di CO2 sono ridotti e questo motore più potente risponde alle normative EU5.
    Sul fronte del design, la nuova evoluzione della MT-10 porta avanti il tema dell'individualità con un nuovo look possente, ottenuto eliminando ogni elemento superfluo della carrozzeria e riportando l'attenzione sulla bellezza meccanica. I nuovi fari a LED twin-eye mono-focus con fascio abbagliante e anabbagliante separati assicurano un'illuminazione eccellente e proiettano un fascio potente e uniforme con luce più morbida ai bordi.
    In quanto a tecnologia, tra le caratteristiche della nuova MT-10 ci sono il limitatore di velocità variabile Yamaha, con la possibilità di impostare un limite di velocità massima per adattarsi a diverse situazioni, oltre al cambio elettronico quick shift system, precedentemente disponibile come optional.
    Yamaha offrirà la nuova MT-10 in tre colorazioni, ovvero Cyan Storm, Icon Blue ispirato alle moto ufficiali da competizione, oltre a Tech Black. Le consegne ai concessionari Yamaha inizieranno a partire da febbraio 2022.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie