Ue: obbligo 'etichetta' su veicoli elettrici e colonnine

La disposizione entrerà in vigore dal prossimo 20 marzo

Redazione ANSA MILANO

A partire dal prossimo 20 marzo entrerà in vigore, nell'Unione Europea, l'obbligo di apporre sui nuovi veicoli elettrici ricaricabili da rete e su tutte le stazioni di ricarica, apposite etichette conformi allo standard europeo. Sui veicoli le etichette si troveranno in prossimità del connettore fisso del veicolo e sul connettore mobile per la ricarica (anche nel caso di cavi di ricarica removibili), nonché nel manuale d'uso e manutenzione. Sui modelli più recenti, potranno anche trovarsi nel manuale elettronico incluso nel sistema di infotainment del veicolo. Per quanto riguarda le stazioni di ricarica, le etichette saranno apposte, o in corrispondenza della presa di corrente, o nel vano dove è riposto il connettore per la ricarica del veicolo. Le etichette saranno presenti, per informazione, anche presso i concessionari dei veicoli.

La sagoma delle etichette è un esagono regolare e orizzontale per tutti i tipi di ricarica sia in corrente alternata che in corrente continua. L'identificazione del tipo di ricarica avviene tramite una lettera identificativa e uno schema a colori. La lettera identificativa è di colore bianco/argento su sfondo nero e contorno bianco/argento sugli elementi lato veicolo, mentre è di colore nero su sfondo bianco/argento e contorno nero sugli elementi lato stazione di ricarica. Acea, Acem, ChargeUp Europe, CharIn e Eurelectric, organizzazioni che rappresentano le case produttrici di veicoli europee, il settore delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici e l'industria dell'energia e della mobilità elettrica europea, hanno pubblicato in proposito due opuscoli informativi dettagliati, rispettivamente indirizzati ai consumatori e agli operatori di settore, tradotti in 19 lingue e disponibili al link www.fuel-identifiers.eu. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie