Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

The Cal 2024 celebra l'Africa e l'orgoglio black / LE FOTO

The Cal 2024 celebra l'Africa e l'orgoglio black / LE FOTO

Per il 50/o calendario Pirelli gli scatti del visual artist ghanese Prince Gyasi

02 dicembre 2023, 20:21

di Alessandra Magliaro

ANSACheck

Naomi Cambell in The Cal 2024 by Prince Gyasi - la supertop model è al suo quinto calendario Pirelli - RIPRODUZIONE RISERVATA

Naomi Cambell in The Cal 2024 by Prince Gyasi - la supertop model è al suo quinto calendario Pirelli - RIPRODUZIONE RISERVATA
Naomi Cambell in The Cal 2024 by Prince Gyasi - la supertop model è al suo quinto calendario Pirelli - RIPRODUZIONE RISERVATA

I colori sono carichi, esuberanti e sono simbolici, le persone che li rappresentano hanno altrettanto da dire, dietro c'è la visione artistica di Prince Gyasi, londinese di adozione, ghanese di origine, di etnia ashanti, appena 28 anni, una firma emergente delle arti visive. Il suo viaggio dal Ghana all'Occidente e ritorno, per mostrare quanto il futuro sia black e radicato in Africa è l'essenza di The Cal 2024.
 

 



"Timeless, senza tempo è quello che ho cercato di rappresentare, io - ha detto Gyasi nell'evento a Londra per il calendario Pirelli 2024 che festeggia il 50/o anniversario - concepisco l'arte come fuori del tempo e c'è inoltre il tentativo con il mio lavoro di riportare le persone insieme, al senso della comunità e condivisione. Nel calendario ci sono i miei ricordi di infanzia e i personaggi che vedevo da bambino e mi hanno ispirato al cinema come Angela Bassett, nella moda come Naomi Campbell o come Marcel Desailly, il calciatore ghanese che ha giocato in Francia, nel Chelsea e al Milan e sui cui campi di calcio costruiti con i soldi che mandava in patria ho passato giornate".

 

I protagonisti del calendario Pirelli 2024

Se la 53enne Naomi Campbell è alla quinta collaborazione con il calendario Pirelli, per il progetto artistico di Prince Gyasi, il primo di un fotografo nero, sono tanti i volti tutti riconducibili all'Africa perchè è proprio la diaspora africana il cuore di The Cal 2024. Come sua maestà Otumfuo Osei Tutu II, da 25 anni sul trono del popolo Asante dell'Africa occidentale o la giovane poetessa americana Amanda Gorman che ha recitato The Hill We Climb alla cerimonia di insediamento del presidente Usa Joe Biden nel 2021. E poi ancora la afro-americana Margot Lee Shetterly, dal cui libro Hidden Figures è stato tratto il film cult Il diritto di contare, la nigeriana Tiwa Savage regina dell'Afrobeats, l'attore Idris Elba, il regista e cantante londinese di origine nigeriana Jeymes Samuel (che ha girato l'inedito film biblico The Book of Clarence a Matera), l'artista contemporaneo ghanese Amoako Boafo, la cantante americana Teyana Taylor e lo stesso Prince Gyasi.
L'artista, che è nato ad Accra, è cofondatore di Boxedkids, un'organizzazione non-profit che aiuta i bambini della capitale a ricevere un'istruzione, ed ha al suo attivo varie collaborazioni con la moda da Balmain a Off White.
Il tema della migrazione economica si è incrociato per questa edizione con il calendario Pirelli perchè il principe ashanti in colorati costumi etnici che ha parlato in rappresentanza del re al press junket londinese ha sottolineato come The Cal 2024 tutto dedicato alle radici black farà luce sulla forza dell'Africa, potendo creare nuove opportunità e far si che i giovani restino. "Mi è piaciuta molto la storia di questo artista e così la sua visione nel momento in cui è chiaro che il futuro ci lega all'Africa che - ha detto Marco Tronchetti Provera, vicepresidente esecutivo di Pirelli - tra pochi decenni avrà 2 miliardi e mezzo di abitanti e cercare di costruire qualcosa insieme è guardare al domani con positività". Progetti in Ghana per Pirelli? Per il principe ashanti il calendario è un auspicio, Tronchetti non si sbilancia "noi siamo già in Africa, se si apre un mercato noi ci siamo - ha risposto Tronchetti all'ANSA - e l'automotive lì è destinata a crescere".
Di diaspora africana e di donne hanno parlato Angela Bassett e Amanda Gorman. "I miei genitori sono figli di schiavi, la mia musa è stata Phillis Wheatley Peters, prima poetessa afroamericana che autodidatta ha studiato inglese, latino e greco, sento forti queste radici e al tempo stesso - ha detto la 25enne attivista Gorman che non ha escluso un futuro nella politica - la responsabilità di essere simbolo della Generazione Z, so che la mia voce è ascoltata, c'è molto ancora da fare per le donne, contro la violenza sessuale e i femminicidi, per la parità e l'inclusione, ma siamo in cammino".
Angela Bassett, tra le più note attrici nere (dall'interpretazione di Tina Turner a Wakanada Forever) quest'anno riceverà l'Oscar alla carriera ("non l'ho sognato, avrei aspettato troppo"), ha concluso: "Lottiamo, combattiamo continuamente, non è certo un paradiso il mondo in cui viviamo ma dobbiamo andare avanti e l'arte è un mezzo".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza