Campania
  1. ANSA.it
  2. Campania
  3. Ambiente & Territorio
  4. "Impasto pizze sforno storie", pizzaiolo Croccia si racconta

"Impasto pizze sforno storie", pizzaiolo Croccia si racconta

In un libro con Luca Moretti

(ANSA) - NAPOLI, 29 GIU - E' uscito, per la collana Lavorobenfatto, il libro "Impasto pizze sforno storie", di Michele Croccia, pizzachef resident della pizzeria "La Pietra Azzurra" di Caselle in Pittari, località cilentana. Croccia, che si definisce con orgoglio "pizzaiolo contadino", è istruttore della Scuola Italiana Pizzaioli e referente per i corsi che si svolgono in Campania.
    "È stato durante il servizio militare che ho capito che dovevo mettere da parte il mio diploma da perito elettrotecnico e seguire il mio destino di pizzaiolo. È stato così - racconta Croccia nel libro scritto a quattro mani con Luca Moretti - che tornato a casa mi sono rimboccato le maniche e ho aperto la mia pizzeria, che ad agosto di quest'anno compirà 25 anni".
    Croccia, insoddisfatto del suo ruolo di "pizzaiolo fotocopia", decide di perfezionare la sua tecnica: "Mi sono messo a studiare, a fare corsi, a gareggiare, fino a quando non ho raggiunto il mio obiettivo, essere io a governare il processo, decidere io quando la pasta doveva lievitare".
    Dal pizzaiolo al contadino il secondo passo è venuto abbastanza da sé. "La qualità degli ingredienti - dice Croccia - è uno dei fattori determinanti della bontà di una pizza, e così sono tornato a essere contadino nel vero senso della parola e così da una parte ho incrementato l'utilizzo dei prodotti della mia terra, e dall'altro ho elaborato una mia piccola filosofia a cerchi concentrici che si può sintetizzare così: per tutto quello che posso utilizzo per le mie pizze i prodotti della mia terra, dopo di che passo alla mia comunità, Caselle in Pittari, poi al Cilento, poi alla Campania e infine all'Italia, cercando sempre il meglio. Oggi posso dire che la mia pizza è cento per cento italiana, compreso il grano".
    Consolidato il "pizzaiolo contadino" è venuto fuori il narratore. "Io con le mie pizze - confessa Croccia - racconto storie, non solo la mia storia di ragazzo molto umile che ha avuto e ha molta fame di crescere e di migliorarsi, ma anche le storie della mia terra, della mia comunità, del mio Cilento, della mia filosofia che si fonda su 3 parole chiave: verità, qualità e rispetto". "Chi conosce Michele - assicura il co-autore Moretti - sa che il suo racconto sarà tutt'altro che scontato, chi non lo conosce lo scoprirà attraverso la sua voce". Il volume è disponibile sulla piattaforma Amazon. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie