Calabria

  1. ANSA.it
  2. Calabria
  3. Speciali
  4. Da Cosenza prima firma contratto decentrato Funzioni Locali

Da Cosenza prima firma contratto decentrato Funzioni Locali

Algieri, motivo d'orgoglio che in Italia parta da Sud,da Cosenza

Redazione ANSA COSENZA

(ANSA) - COSENZA, 06 DIC - Nella tarda mattinata di oggi, la Camera di Commercio di Cosenza e i rappresentanti sindacali unitari e provinciali hanno firmato l'ipotesi di contratto decentrato che troverà applicazione nell'ente già a partire dal primo gennaio del 2023 e fino al 31 dicembre 2025, a soli 20 giorni dalla firma del CCNL Funzioni locali 2019-2021, avvenuta lo scorso 16 novembre.
    L'ipotesi proposta dall'amministrazione, rappresentata dal Segretario Generale, Erminia Giorno, coadiuvata dalla responsabile dell'Ufficio Personale, Mariateresa Cozza, ha raccolto il consenso unanime dei componenti della Rappresentanza Sindacale Unitaria, i dipendenti camerali Ettore Albanese, Gennaro Bellizzi e Francesco Catizone, e dei rappresentanti provinciali, Susanna De Marco (UIL-FPL), Pierpaolo Lanciano (CISL-FP), Alessandro Iuliano (CGIL-FP), Claudio Gentile (CSA).
    L'ipotesi si inserisce nel più ampio disegno della nuova organizzazione dell'ente, che si concentra ancora di più sulla centralità dell'impresa, che pure ha raccolto il consenso delle sigle sindacali. Si tratta di una riconfigurazione dell'organigramma che fa tesoro dei risultati ottenuti in seguito alla precedente riorganizzazione, il cui obiettivo era quello di stimolare e accrescere la proattività e la responsabilizzazione di tutte le risorse umane attraverso un accorciamento delle gerarchie e un dispiegamento orizzontale delle diverse unità operative. Una riconfigurazione incentrata sul valore del cambiamento e della sana competizione, che rappresenta una fisiologica evoluzione - da leggersi in coerenza con gli obiettivi di policy nazionale ed europea, oltre che di sviluppo sostenibile a livello globale - e che la Camera esprime attraverso la "curvatura" della linea organizzativa creata nel 2016 in un cerchio che abbraccia l'impresa secondo livelli crescenti di profondità, a mano a mano che l'azione amministrativa si fa più prossima ad essa.
    "Quella di oggi è la prima ipotesi firmata in Italia, in una Camera di Commercio e nell'intero Comparto Funzioni Locali - dichiara il Presidente Klaus Algieri - ed è sicuramente un motivo di orgoglio il fatto che parta dal Sud, da Cosenza, non solo l'accordo raggiunto a così breve distanza dalla firma nazionale, ma anche la condivisione sindacale della scelta datoriale sulla nuova organizzazione, dimostrando ancora una volta che la Calabria e i suoi corpi intermedi, quando lavorano insieme, sanno fare da apripista e dare indicazioni al sistema Paese. La Camera di Commercio di Cosenza, corpo intermedio governato da corpi intermedi - conclude Algieri - partendo da #OpenCameraCosenza e proseguendo su #ModelloCameraCosenza, giunge all'adozione di #NuoviStandardCosenza che già dal prossimo anno guideranno il nostro rapporto con le imprese".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie