Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rubavano e vendevano la refurtiva online, quattro arresti

Rubavano e vendevano la refurtiva online, quattro arresti

Per un quinto obbligo di firma. Indagine dei carabinieri

BOVALINO, 05 dicembre 2023, 10:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Rubavano in abitazioni ed esercizi commerciali e vendevano poi la refurtiva online utilizzando siti di e-commerce. É quanto é emerso da un'indagine dei carabinieri della Compagnia di Locri che hanno arrestato e posto ai domiciliari a Bovalino e Lamezia Terme quattro persone, appartenenti ad un unico nucleo familiare, con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata ai furti ed alla ricettazione.
    A carico di una quinta persona coinvolta negli stessi fatti é stata applicata la misura dell'obbligo di firma.
    I militari hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Locri, su richiesta del Procuratore della Repubblica, Giuseppe Casciaro, a carico di quattro persone accusate di avere fatto parte del gruppo di presunti ladri. Un altro provvedimento, nell'ambito della stessa inchiesta, è stato emesso dal Gip del Tribunale dei minorenni di Reggio Calabria, su richiesta del Procuratore Roberto Di Palma, nei confronti di un minore.
    L'organizzazione criminale sgominata dai carabinieri aveva la sua base logistica a Bovalino, agiva nelle ore notturne e utilizzava autovetture con targhe rubate. I furti su cui é stata fatta luce sono stati commessi dal mese di novembre del 2022 allo scorso ottobre e sarebbero avvenuti, oltre che in case private, anche in un centro commerciale a Bovalino e nella sede di un'impresa per la raccolta dei rifiuti nella stessa località.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza