Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al supermercato durante l'orario di lavoro, sospesi 2 medici

Al supermercato durante l'orario di lavoro, sospesi 2 medici

In servizio in struttura sanitaria della Piana di Gioia Tauro

REGGIO CALABRIA, 04 dicembre 2023, 10:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Al supermercato, per fare la spesa, o alle Poste per sbrigare questioni personali, durante il loro orario di lavoro. Due medici, in servizio in una struttura sanitaria pubblica della Piana di Gioia Tauro, sono stati sospesi dal servizio per la durata di un anno perché accusati di assenteismo.
    Il provvedimento é stato emesso dal Gip di Palmi, su richiesta della Procura della Repubblica, ed eseguito dai finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria. I due medici, nell'inchiesta condotta dalla Procura di Palmi, sono accusati di truffa aggravata ai danni dello Stato e false attestazioni della presenza in servizio.
    Le indagini della Guardia di finanza hanno preso il via da una lettera anonima inviata alla Procura della Repubblica di Palmi in cui venivano segnalate le "frequenti e sistematiche assenze" dei due medici dalla struttura dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria in cui erano in servizio "per sbrigare questioni personali". In alcune occasioni i due sanitari avrebbero lasciato arbitrariamente il posto di lavoro anche per rientrare a casa.
    I medici presunti assenteisti avrebbero fatto ritorno nel posto di lavoro in prossimità del termine dell'orario di servizio, certificando, solo in quel momento, con il badge, la loro uscita.
    Oltre alla sospensione dal servizio, a carico dei due professionisti è stato disposto il sequestro delle somme indebitamente percepite nelle ore in cui risultavano presenti al lavoro pur essendo assenti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza