Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Chiesa gremita per funerali capotreno morta in un incidente

Chiesa gremita per funerali capotreno morta in un incidente

Parroco, 'qualcuno deve fare i conti con la propria coscienza'

CATANZARO, 02 dicembre 2023, 18:20

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Qualcuno deve fare i conti con la propria coscienza e le proprie responsabilità. Se qualcuno non ha comunicato per tempo quello che è accaduto ha sulle mani il sangue della vita di Mariella e di Said". A dirlo don Ivan Rauti, nella chiesa di Santa Teresa del Gesù, a Catanzaro, nell'omelia per il funerale di Maria Pansini, la capotreno di 61 anni morta nell'incidente ferroviario avvenuto a Thurio, a Corigliano-Rossano, nei giorni scorsi, quando un treno si è scontrato con un tir fermo sui binari ad un passaggio a livello e nel quale ha perso la vita anche il camionista Said Hannaoui, di 24 anni, di nazionalità marocchina.
    In una chiesa gremita di persone e di colleghi, il parroco ha sostenuto che "non si parla mai di vite spezzate e dolori acuti quando si discute di morti sul lavoro. Si parla sempre di capitali. Mariella mi parlava della sua amata Valeria e della pensione. Mi parlava della tratta jonica come di una barzelletta, non dignitosa, che faceva ridere, ma che oggi fa anche piangere. Mariella è andata via in un modo assurdo quasi inspiegabile e non ci sono le parole giuste per commentare".
    Amici e colleghi hanno salutato Maria leggendo lettere sull'altare parlando di "un trenino disgraziato e di tratta ferroviaria precaria" rivolgendosi alla figlia Valeria che lavora per Ferrovie come hostess a Milano. La donna ha dato l'addio alla mamma in lacrime, raccontando qualcosa di lei ai presenti: "Mamma, la vita con te non è mai stata facile e speravo che di qui a breve ci avrebbe regalato quei momenti che ci erano mancati, ma così non sarà. Sei stata la madre migliore che potessi desiderare e vorrei che tutti sapessero che la tua vita aveva un valore inestimabile".
    A salutare Maria tutte le cariche istituzionali locali e regionali. Il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita, ha proclamato il lutto cittadino per oggi.
    All'uscita i capitreno hanno detto addio alla collega con rose bianche e fischiando tutti insieme per accompagnare il suo "ultimo viaggio e per chiudere il sipario sul palco dei binari".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza