Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Naiadi: Fustinoni, scelta di richiudere, noi parte lesa

Naiadi: Fustinoni, scelta di richiudere, noi parte lesa

Patron Club Aquatico, 'abbiamo provato a far ripartire impianto'

PESCARA, 23 novembre 2023, 12:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo la revoca da parte della Regione Abruzzo della gestione delle Naiadi da parte del Club Aquatico - che aveva prima avuto la gestione temporanea per quattro mesi e poi l'affidamente della gestione per i prossimi 20 anni - il presidente della società pescarese Riccardo Fustinoni ha incontrato la stampa per illustrare la posizione della società, ripercorrendo quanto è accaduto negli ultimi mesi, sottolineando di considerarsi "parte lesa" nella vicenda.
    "Abbiamo pensato a far ripartire l'impianto e far rientrare l'utenza - ha spiegato - e oggi mi sento in dovere verso i dipendenti, le società e gli atleti e i tecnici dare qualche chiarimento e mi sembrava doveroso anche perché abbiamo sentito in questi giorni anche cose lontane dalla realtà. Non avremmo mai voluto partecipare alla gara per la gestione ventennale perché la nostra è una società che vuole fare un passo alla volta, ma il 22 luglio abbiamo capito che per come era stato preparato il bando, c'era il rischio che nessuno si sarebbe approcciato in questa avventura e abbiamo partecipato per spirito di servizio anche perché se non partecipavamo noi le Naiadi non avrebbero riaperto così come oggi che le Naiadi sono di nuovo chiuse".
    "Ci siamo fatti carico di qualcosa - ha sottolineato - di cui forse la classe politica non si è fatta carico in questi anni Ci siamo avvalsi di consulenti e referenti finanziari amministrativi e legali e abbiamo presentato dei documenti che sono stati ritenuti validi in quanto a fideiussione e polizze assicurative. Tutto questo fatto entro il 31 luglio quando eravamo pronti a partire. Tutto fatto in modo lineare. Abbiamo presentato una fideiussione che ritenevano valida altrimenti non l'avremmo presentata. Noi nella nostra proposta avremmo fatto più del 50% di investimenti, presentando un progetto che ritengo valido. Quando vediamo oggi la revoca di un contratto ci troviamo ad essere parte lesa così come i nostri atleti e le nostre società".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza