Dal Consiglio europeo della ricerca (Erc) 619 milioni a 392 ricercatori

Gli italiani sono 58, ma solo 28 lavorano in Italia

Redazione ANSA

Assegnati i nuovi finanziamenti dal Consiglio Europeo della Ricerca (Erc) per i giovani (Starting grants): 619 milioni di euro per 397 ricercatori. Tra i vincitori dei finanziamenti, i primi assegnati nell'ambito del nuovo programma quadro europeo per la ricerca,  Horizon Europe, 58 sono italiani.

Dei 397 ricercatori premiati il 43% sono donne, il 37% in più rispetto allo scorso anno.

Gli italiani sono il secondo gruppo più numeroso dopo i tedeschi (67) a ricevere i fondi, ma dei ricercatori finanziati sono solo 28 ad essere ospitati da istituzioni italiane. Al terzo posto si la Francia con 44 premiati.

A guidare le nazioni che ospitano i vincitori c'è ancora la Germania con 72, seguita da Francia (53) e Regno Unito (46), l'Italia è solo sesta (28) a pari merito con la Svizzera, che di ricercatori svizzeri premiati ne ha solo 11.

"Lasciare che i giovani talenti prosperino in Europa e perseguano le loro idee più innovative: questo è il miglior investimento per il nostro futuro, anche considerando la concorrenza in continua crescita a livello globale. Dobbiamo fidarci dei giovani e delle loro intuizioni su quali aree saranno importanti domani", ha commentato la presidente del Consiglio Europeo delle Ricerche, Maria Leptin.

I finanziamenti Erc vengono assegnati dal 2007 per promuovere i ricercatori più creativi la cui attività sono basate in Europa, questa sezione dei premi pubblicata oggi (Starting grants) è dedicata in particolare ai giovani e l'avvio di ricerche considerate interessanti in tutti i settori di ricerca, dalla fisica alle scienze umane.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA