Banchine elettrificate e gas per porti green

Presentate linee guida ministero Ambiente per scali italiani

Redazione ANSA CIVITAVECCHIA

CIVITAVECCHIA - Banchine portuali elettrificate per alimentare dalla rete le navi ormeggiate invece che con i gruppi elettrogeni a gasolio. Depositi di gas naturale nei porti per incentivare la transizione delle navi verso i motori a gas. Mezzi per la movimentazione elettrici o a basso consumo. Efficientamento energetico degli edifici portuali. Sono queste le disposizioni più importanti delle Linee guida del ministero dell'Ambiente per le attività portuali, pubblicate in Gazzetta Ufficiale alla fine di dicembre e presentate stamani a Civitavecchia dal ministro Sergio Costa. Le Linee guida, d'intesa col Ministero dei Trasporti, danno le indicazioni alle sedici Autorità portuali italiane su come muoversi sulla strada della decarbonizzazione. Viene incentivata l'installazione di centraline elettriche sulle banchine per alimentare le navi ormeggiate ed evitare che utilizzino i gruppi elettrogeni a gasolio. Le Linee guida prevedono la realizzazione nei porti di depositi di GNL, ovvero gas naturale liquefatto, per incentivare gli armatori a riconvertire la propulsione delle navi dall'olio combustibile pesante al gas, molto meno inquinante. Le Linee guida prevedono fra le altre cose che i mezzi portuali e gli impianti siano mossi con motori a zero emissioni o a basse emissioni, che gli edifici portuali vengano efficientati dal punto di vista energetico, e che venga promosso un utilizzo razionale dell'energia per gli impianti. Le Autorità portuali, inoltre, possono privilegiare le ditte di servizi portuali che hanno un minore impatto ambientale.
    "Le Linee guida sono la road map che le Autorità portuali dovranno seguire sulla strada della decarbonizzazione", ha commentato il ministro dell'Ambiente, il pentastellato Sergio Costa.

Costa, presto in cdm legge Salva Mare. La presentazione del decreto Salva Mare "arriverà al più presto. Abbiamo chiuso l'esame tecnico davanti all'ufficio della Presidenza del Consiglio e abbiamo avuto il semaforo verde, per cui può andare in Consiglio dei Ministri. Adesso ci sono i tempi tecnici, poi approderà alla sede parlamentare e si aprirà il dibattito" Così a Sky TG24 il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: