Dl Rilancio: Giovannini, assenti misure per ambiente e donne

Oltre 210 azioni di protezione, solo 20 per trasformare il Paese

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Gran parte degli interventi del decreto rilancio sono di 'protezione', legati alla fase emergenziale, mentre "sorprende l'assenza di provvedimenti per la tutela del capitale naturale, che pure genererebbe occupazione e miglioramento della qualità della vita, e di riduzione delle disuguaglianze di genere". Così il portavoce dell'Asvis e membro della Task force per la fase 2, Enrico Giovannini, presenta i risultati dell'analisi del decreto alla luce degli Obiettivi di sviluppo sostenibile e dei cinque orientamenti delle politiche per la resilienza trasformativa, nel secondo appuntamento Asvis Live.
    La stragrande maggioranza del provvedimento (oltre 210 azioni) è classificabile nelle politiche di protezione, 81 azioni vanno nella direzione della promozione, 49 della preparazione, 21 della prevenzione e solo 20 della trasformazione. Le misure sono orientate principalmente agli Obiettivi dell'Agenda 2030 su Condizione economica e occupazionale, Innovazione, imprese e infrastrutture e Pace, giustizia e istituzioni solide.
    "Questo vuol dire - precisa Giovannini - che per misure di rilancio e trasformazione del Paese verso lo sviluppo sostenibile ci si dovrà necessariamente affidare alle nuove risorse europee o a ricomposizioni del bilancio pubblico".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA