Responsabilità editoriale Obiettivo Europa

Azioni di capacity building rivolte ad enti ADR (Risoluzione alternativa delle controversie)

Pubblicato il: 24 marzo 2020 - Scadenza: 30 giugno 2020

FINALITÀ - L'obiettivo del bando è incentivare e facilitare l'accesso dei consumatori agli ADR, enti alternativi di risoluzione delle controversie in conformità alla direttiva 2013/11/UE, attraverso misure pensate per i consumatori più vulnerabili, sviluppando reti nazionali di enti alternativi per la risoluzione delle controversie e promuovendo attività di monitoraggio sul funzionamento e l'efficacia dei meccanismi di risoluzione delle controversie.

Risultati attesi

Accrescere l’accessibilità dei consumatori agli organismi ADR (Alternative Dispute Resolution), anche in un’ottica transfrontaliera.

Miglioramento della capacità operativa degli enti nella risoluzione delle controversie dei consumatori.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Dotazione finanziaria complessiva: 500.000 Euro

Tasso massimo di cofinanziamento: 50% dei costi ammissibili

Per ciascuna proposta mono-beneficiaria selezionata, la sovvenzione minima richiesta non può essere inferiore a 10.000 Euro, mentre la sovvenzione massima richiesta non può superare i 60.000 Euro.

Per ciascuna proposta multi-beneficiaria selezionata (presentata da un consorzio di almeno due entità), la sovvenzione minima richiesta non può essere inferiore a 20.000 Euro, mentre la sovvenzione massima richiesta non può superare 60.000 Euro.

Responsabilità editoriale di Obiettivo Europa.
Per leggere l'articolo completo, registrati su Obiettivo Europa, per attivare il periodo di consultazione gratuita per 15 giorni.